Argentina-Italia 2-0: Di Biagio comincia male da ct

Gli Azzurri sprecano con Insigne e Immobile; Banega e Lanzini non perdonano

di MAX CRISTINA

Inizia con una sconfitta l'avventura da ct di Gigi Di Biagio. Nell'amichevole dell'Etihad Stadium di Manchester, l'Italia è stata battuta dall'Argentina 0-2 con entrambe le reti nell'ultimo quarto d'ora. Dopo un primo tempo sofferto, gli Azzurri hanno sfiorato il gol più volte con Insigne e Immobile fermati da Caballero. Al 75' però l'ex interista Banega ha infilato Buffon dal limite; all'85' il raddoppio in contropiede di Lanzini.

LA PARTITA

Questa volta il risultato contava fino a un certo punto, ma la Nazionale ha deluso ancora. L'amichevole di Manchester contro l'Argentina non ha portato una svolta col recente passato, anzi, con lo scomodo ruolo di sparring partner dell'Albiceleste cucito addosso, l'Italia ha raccolto uno 0-2 che ha rovinato l'esordio da ct (che sia ad interim o meno) di Di Biagio. Una partita dai due volti con gli Azzurri bravi a reagire nella ripresa dopo essere stati in difficoltà per tutto il primo tempo, ma colpiti nel finale dalla qualità sulla trequarti di Banega e Lanzini. Il tutto dopo aver confermato una sterilità offensiva davvero preoccupante.

Attendersi molto di più dopo la clamorosa mancata qualificazione a Russia 2018 era difficle, ma in molti si aspettavano dal nuovo-vecchio corso della Nazionale una reazione d'orgoglio, un messaggio al mondo per far sentire la propria mancanza l'estate che verrà. Di Biagio ha portato le sue scelte con il 4-3-3 di base capitanato da Buffon, lui sì tornato e in grande spolvero, misto di certezze ed esperimenti. Con Rugani centrale a fianco di Bonucci, Jorginho in cabina di regia in mezzo a Verratti e Parolo e il tridente con Insigne, Immobile e l'esordiente Chiesa. Ne è uscito un primo tempo timido e confuso per gli Azzurri, in attesa di ripartire dopo il palleggio dell'Argentina che prima con Otamendi e poi con Paredes ha sfiorato il vantaggio trascinata dalle giocate e dalla velocità di Di Maria. Idea, quella di Di Biagio, mai sviluppata fino all'intervallo.

Qualcosa, invece, si è intravisto nella ripresa dove però i limiti offensivi già palesati dal corso Ventura si sono ripresentati in tutta la loro crudeltà. Pur schiacciando nella propria metà campo l'Argentina con un palleggio più deciso, alto e coraggioso, l'Italia non ha saputo sfruttare le occasionissime create e guadagnate, a partire dal 48' quando un disimpegno sbagliato di Tagliafico ha liberato Immobile e Insigne al limite dell'area, con il fantasista del Napoli che non è riuscito a trovare la porta a tu per tu con Caballero. Verticalizzazioni che col passare dei minuti e l'aumentare dei giri del motore in mezzo al campo hanno messo anche Immobile in condizione di trovare il vantaggio, ma senza riuscirci al contrario di Banega. L'ex interista, appena entrato, al 75' ha capitalizzato al meglio un pallone perso malamente da Jorginho e, scambiando con Lo Celso al limite, ha trovato l'angolino giusto. Sotto di un gol Di Biagio ha scoperto ancora di più la squadra cedendo il fianco ai contropiedi avversari fino al 2-0 firmato da Lanzini con un destro all'incrocio dopo una ripartenza tre contro due condotta da Higuain.

Un duro colpo per il morale della truppa azzurra e dello stesso Di Biagio, sconfitto e colpito quando la sua squadra stava cominciando a giocare con una certa continuità. Segno anche di un periodo non troppo felice per il nostro movimento che se non parteciperà al Mondiale è per demeriti propri. Con una formazione al gran completo è arrivata la sconfitta contro una nazionale in grado di permettersi il lusso di lasciare in panchina Messi e Aguero, non considerando neppure due stelle del nostro campionato come Dybala e Icardi. Queste amichevoli servono anche a capire questo, purtroppo.

LE PAGELLE

Buffon 6,5 - Se il migliore in campo dei tuoi è ancora colui che aveva annunciato l'addio alla Nazionale, le cose non vanno proprio benissimo. Chiude lo specchio con almeno tre grandi interventi, poi deve cedere anche lui.

Banega 7 - Mai capito in Italia, entra e si prende la sua rivincita decidendo il match. Cambia il volto alla gara e si costruisce il gol vittoria

Verratti 5 - Ancora una prova deludente in maglia azzurra. Osa sempre qualcosa in più del dovuto fidandosi della propria tecnica. Crea spesso occasioni, ma per gli altri

Insigne 5 - Dalla sua tecnica deve ripartire la Nazionale, ma proprio per questo non può permettersi errori gravi come stasera. E fare qualcosa in più sotto ogni punto di vista

Di Maria 7 - E' di un altro livello e si vede chiaramente. Nel primo tempo fa quello che vuole con e senza il pallone

Higuain 6,5 - Ha una voglia matta di battere Buffon e lo fa vedere per tutti i novanta minuti. C'è in gioco anche la sua convocazione, ma con questa grinta sarà impossibile lasciarlo a casa

IL TABELLINO

ARGENTINA-ITALIA 2-0
Argentina (4-2-3-1): Caballero 6,5; Bustos 5,5, Otamendi 6, Fazio 6, Tagliafico 5,5; Paredes 6 (18' st Banega 7), Biglia 6; Lanzini 6,5, Lo Celso 6,5 (30' st Pavon 6), Di Maria 7 (18' st Perotti 6), Higuain 6,5. A disp.: S.Romero, Guzmán, Mercado, Acuña, Messi, Mascherano, E.Pérez, Rojo, Á.Correa, Lautaro Martínez. Ct.: Sampaoli 6,5
Italia (4-3-3)
: Buffon 6,5; Florenzi 5,5 (16' st Zappacosta 6), Bonucci 5,5, Rugani 6, De Sciglio 5,5; Parolo 6 (16' st Pellegrini 5,5), Jorginho 5,5 (41' st Belotti sv), Verratti 5 (25' st Cristante 5,5); Chiesa 5,5 (16' st Candreva 6), Immobile 5,5 (29' st Cutrone 5,5), Insigne 5. A disp.: G.Donnarumma, Perin, Gagliardini, Spinazzola, Verdi, Ferrari, Darmian, Ogbonna, Bonaventura. Ct.: Di Biagio 5,5.
Arbitro: Atkinson (Inghilterra)
Marcatori: 30' st Banega, 40' st Lanzini
Ammoniti: nessuno
Espulsi: nessuno

LE STATISTICHE

- L’Argentina è rimasta imbattuta nelle ultime cinque gare contro gli Azzurri (3V, 2N).
- L'Italia inoltre ha concesso almeno due reti in tutte le ultime tre gare contro l'Albiceleste.
- L’Italia non ha segnato nelle ultime tre partite giocate, non accadeva da giugno 2012 – nelle ultime sette gare degli Azzurri mai più di uno a gara.
- L’Italia ha concesso più di una rete in sole due occasioni nelle ultime 13 partite (l’altra contro la Spagna).
- Gli Azzurri questa sera hanno concesso 14 tiri agli avversari: era da novembre 2016 (15 v Germania) che l’Italia non ne concedeva così tante.
- Éver Banega ha trovato il gol in entrambi gli ultimi due incontri giocati con la maglia Albiceleste contro gli Azzurri.
- Negli ultimi quattro primi tempi giocati, l'Italia ha effettuato tre tiri nello specchio totali.
- Infatti, il primo tiro in porta per l’Italia è arrivato dopo 60’ minuti di gioco.

TAGS:
Amichevoli
Nazionale
Argentina
Italia
Etihad stadium

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X