Sei Nazioni 2017: troppa Irlanda, Italia asfaltata

Azzurri travolti all'Olimpico 63-10 dal Trifoglio che conquista il primo storico punto bonus

L'Irlanda è di un'altra categoria e l'Italia deve inchinarsi per 63-10 all'Olimpico di Roma nella seconda giornata del Sei Nazioni 2017. Gli azzurri di O'Shea, reduci dal ko col Galles, non riescono mai ad impensierire la nazionale del Trifoglio che già nel primo tempo realizza quattro mete e conquisto il primo punto bonus nella storia del torneo. L'Italia tornerà in campo domenica 26 febbraio a Twickenham con l'Inghilterra.

Netto passo indietro per l'Italia che, dopo il buon primo tempo mostrato col Galles, viene spazzata via 63-10 dall'Irlanda all'Olimpico nella seconda giornata del Sei Nazioni 2017. Gli azzurri vanno subito sotto per la meta di Earls ma al 15' accorciano sul 7-3 col calcio di Carlo Canna; l'Italia però si fa sorprendere subito perchè 2 minuti dopo l'Eire realizza un'altra meta con Stander, poi al 25' ancora Earls fa 21-3. Poco dopo la mezz'ora gli azzurri hanno una reazione e trovano la meta tecnica per il 21-10 ma l'Irlanda, decisamente superiore, al 35' firma la quarta meta con l'immarcabile Stander e centra il primo punto bonus nella storia del torneo (bonus introdotti quest'anno).

Chiusa la prima frazione sul 28-10, nella ripresa non c'è storia. Stander porta ancora l'ovale oltre la linea di meta, Paddy Jackson è infallibile nelle trasformazioni (9 su 9), poi vanno a segno Gilroy, tre volte, e Ringrose, che fissano il punteggio sul 63-10. Una punizione severa per l'Italia che non è mai stata in grado di impensierire la nazionale del Trifoglio: gli azzurri di Conor O'Shea, ancora a zero punti e senza successi in casa nel Sei Nazioni dal 2013, torneranno in campo domenica 26 febbraio nel tempio di Twickenham contro l'Inghilterra.

TAGS:
Rugby
Sei Nazioni
Italia
Irlanda

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X