Porsche Carrera Cup Italia, round 2: Rovera torna a vincere, secondo podio per Mosca

Vittoria in gara 2 per il campione 2017, il vincitore della gara del sabato conclude al terzo posto

Porsche Carrera Cup Italia, round 2: Rovera torna a vincere, secondo podio per Mosca

Alessio Rovera torna a fare la voce grossa. Il campione in carica della Porsche Carrera Cup Italia si è aggiudicato gara 2 del primo weekend del 2018 per il campionato monomarca, precedendo al traguardo il poleman Bertonelli e Tommaso Mosca, il vincitore di gara 1. Doppietta in Michelin Cup per Bashar Mardini, scattato dalla prima fila ma presto uscito dalla bagarre. Penalizzato Simone Iaquinta, che aveva chiuso sesto.

Davvero maiuscola la prova del pilota varesino, che dopo il quarto posto di gara 1 torna a mostrare i muscoli alla domenica. Senza mai discussioni il suo successo, costruito già al secondo giro con il sorpasso sul poleman Diego Bertonelli. Da quel momento in poi, Rovera non ha più perso la testa della corsa. Intelligente, invece, la tattica di Bashar Mardini, che partiva dalla prima fila e si è lasciato superare dai più veloci inseguitori centrando il massimo obiettivo personale: la conferma come primo tra i Gentleman Drivers. Dopo la Michelin Cup del sabato, infatti, è arrivato anche il bis domenicale, garantito dal suo 8° posto assoluto. La Silver Cup è andata invece a Gianluca De Lorenzi.

Non sono comunque mancate le battaglie, anche nelle posizioni di vertice. Da rimarcare quella tra Bertonelli ed Enrico Fulgenzi per il secondo posto, cui si è aggiunto nel finale l'ispiratissimo rookie Mosca che, dopo il successo in gara 1, si è preso il secondo podio in due giorni superando nel finale Fulgenzi. Amaro in bocca, invece, per Simone Iaquinta: la sua poderosa rimonta dalle retrovie si era infatti conclusa al sesto posto, ma il calabrese si è visto retrocesso di 25 secondi per un contatto con Daniele Cazzaniga, ritrovandosi quindi 15°.

AL TRAGUARDO

1. Rovera (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) 17 giri in 29'50”966 media di 167,748 km/h;
2. Bertonelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 4”964;
3. Mosca (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 5”699;
4. Fulgenzi (Ghinzani Arco Motorsport – Centro Porsche Latina) a 6”978;
5. Quaresmini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) a 12”099;
6. Campana (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 24”157;
7. Pellegrinelli (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo) a 24”994;
8. Mardini (GDL Racing) a 26”599;
9. Nicola Pastorelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova) a 32”210;
10. Berton (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 32”466;
11. Cassarà (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) a 34”084;
12. De Giacomi (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 37”536;
13. Mercatali (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Firenze) a 38”860;
14. Reggiani (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) a 42”561;
15. Iaquinta (Ombra Racing – Centro Porsche Catania) a 43”467;
16. De Lorenzi (GDL Racing) a 56”823;
17. Lorenzini (Dinamic / Shade Motorsport) a 1'00”788;
18. Perucca Orfei (Guest Car) a 1'21”435; 19. Verrocchio (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 1'45”236;
20. Daniele Cazzaniga (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 1 giro ;
21. Biolghini (Ghinzani Arco Motorsport) a 1 giro;
22. Segù (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 2 giri;
23. Satta (Ghinzani Arco Motorsport) a 2 giri.

TAGS:
Porsche Carrera Cup 2018
Carrera Cup Italia
Porsche
Imola

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X