Sci di fondo - Olimpiadi Pyeongchang, super Pellegrino: argento nella sprint

L'azzurro si arrende solo al norvegese Klaebo in finale

di LUCIANO CREMONA

Magnifico, speciale, unico: Federico Pellegrino regala la terza medaglia alla spedizione azzurra a PyeongChang, conquistando un meraviglioso argento nello sci di fondo nella sprint a tecnica classica. Dopo l'oro della Fontana un'altra gioia quindi. Lo sciatore di Aosta, in finale, si è arreso solo all'extraterrestre Klaebo, norvegese classe '96. Sul podio anche il russo (OAR) Bolshunov, bruciato dall'azzurro al fotofinish.

Sci di fondo - Olimpiadi Pyeongchang, super Pellegrino: argento nella sprint

Doveva essere la sua gara, e alla fine viene cancellato anche il rammarico per il fatto che questa sprint si sia corsa a tecnica classica. Fosse stata a tecnica libera, forse, saremmo qui a raccontare un'altra storia. Ma non ha senso, adesso, pensare a quello che sarebbe potuto essere. La realtà è bella, bellissima, ricoperta d'argento. Quell'argento che Federico Pellegrino ha conquistato con un finale da urlo, con uno sprint meraviglioso, con un colpo di reni storico e necessario per battere il russo (che correva sotto la bandiera degli atleti olimpici russi) Bolshunov, alla fine battuto per 2 centesimi. Là davanti, imprendibile, Johannes Klaebo aveva già festeggiato, a braccia alzate, un oro strameritato.

Federico viene da Nus, un comune della Valle d'Aosta di tremila abitanti. Ha 27 anni, è il campione del mondo in carica nella sprint (a tecnica libera, appunto) e nel suo palmares c'è anche la coppa del mondo sprint. Ha cominciato a nove anni, complice un papà che andò nel 1994 a Lillehammer per tifare l'Italia ai Giochi olimpici. In Corea è arrivato con Greta Laurent, azzurra del fondo, che gli ha regalato un peluche portafortuna. Evidentemente ha funzionato. Ma in realtà la sua, di fortuna, Pellegrino l'ha costruita col sudore, con braccia e gambe potenti, con grande strategia, fin dalle batterie. Ha avuto il sangue freddo, in semifinale (chiusa al secondo posto) di seguire Klaebo, prendendosi un posto nei primi sei. Poi, nella notte dell'Alpensia Cross-Country Centre, ha gestito una finale da campione. Bolshunov ha provato il forcing iniziale, controllato da Klaebo. Pellegrino è rimasto in attesa, al terzo posto, staccando gli altri. Sulla salita decisiva, l'allungo senza resistenze possibili del giovane fenomeno norvegese. Bolshunov invece si è irrigidito, e Pellegrino lo ha affiancato, provando a scappargli in discesa. Il finale, mozzafiato, sembrava dar ragione al russo, entrato in vantaggio nel rettilineo finale. Ma Pellegrino, oltre che un grande talento, ha un cuore immenso. Ha spinto fino in fondo, al massimo, e si è lanciato in una spaccata che gli ha regalato un argento storico per 2 centesimi.

LA CLASSIFICA FINALE

PELLEGRINO: "È BELLISSIMO! E ADESSO NON FERMIAMOCI QUI"

Frastornato, felicissimo, al settimo cielo. Il Federico Pellegrino che si presenta nella notte gelida e ventosa di PyeongChang descrive al meglio lo stato d'animo di chi sa di aver realizzato qualcosa di davvero grande: "È stato bellissimo perché ho fatto qualcosa che pensavo e sapevo di dover fare. Tutti hanno fatto un egregio lavoro, dal mio allenatore ai tecnici dei materiali. Ma anche io ho fatto il massimo, ho usato la tattica migliore, che si è rivelata vincente. Avevo l'obiettivo medaglia, ed è arrivata. Che soddisfazione".

Mentre si scoglie, Pellegrino ha il tempo anche per un mini-rammarico: "Forse credendo un po' di più in me stesso potevo risparmiarmi un po' ai quarti per essere più brillante in finale ed aspirare all'oro. Ma tutto sta in quello che ti prefiggi e io volevo solo e soltato una medaglia. Ed è arrivata".

E adesso? "Sono contento, ma non ci fermiamo qui: speriamo di divertirci ancora". Pellegrino ha altri due appuntamenti: la sprint a squadre mercoledì 21 e la staffetta 4x10 domenica 18.

TAGS:
Federico pellegrini
Sci di fondo
Olimpiadi
Pyeongchang 2018

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X