TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI
logo

SportMediaset

PyeongChang: McNorris, dalle 17 fratture alla medaglia olimpica in 10 mesi

Impresa dello snowboarder canadese: nel marzo 2017 lo schianto contro un albero

PyeongChang: McNorris, dalle 17 fratture alla medaglia olimpica in 10 mesi

Storie olimpiche e quella di Mark McMorris è sicuramente da raccontare. Meno di un anno fa (marzo 2017) lo snowboarder canadese era ricoverato in ospedale con 17 gravi fratture (mascella, braccio sinistro, bacino e diverse costole oltre alla milza spappolata). Il 28 marzo, infatti, si schiantò contro un albero a tutta velocità in allenamento a Whistler per via della fitta nebbia: "Il mio primo pensiero è stato che non avrei mai più potuto usare lo snowboard". E invece no, la grande forza di volontà l'ha rimesso in piedi e sulla neve a gareggiare ancora. Dieci mesi dopo il sorriso più grande con la medaglia di bronzo nello slopstyle. L'impresa più bella che dovrà essere raccontata a tutti: "Adoro questo sport più di ogni altra cosa".

Chissà quante volte avrà visto la sua foto nel letto dell'ospedale attaccato al respiratore, chissà cosa avrà pensato a PyeongChang prima della sua prova. Nulla è impossibile e da questo ragazzo di 24 anni c'è solo da imparare.

Una gara storica anche perché l'oro è andato allo statunitense Redmond Gerard nato il 29 giugno 2000. È il primo oro vinto da un ragazzo dopo il 1999.


TAGS:
Mark McMorris

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X