PyeongChang, bene l'Italia del curling. Wierer settima, azzurri quinti nello slittino

Impresa azzurra nel curling: battuti gli Stati Uniti

Nella giornata in cui l'Italia sale a cinque medaglie, con i bronzi di Federica Brignone (gigante) e Nicola Tumolero (pattinaggio velocità), la spedizione azzurra sorride anche per la seconda vittoria su tre incontri nel curling: stavolta la nazionale maschile ha sconfitto 10-9 i favoriti statunitensi. Bella prestazione anche nello slittino a squadre, con il quinto posto finale di Andrea Voetter (singolo donne), Dominik Fischnaller (singolo uomini) e Fabian Malleier-Ivan Nagler (doppio). Grande amarezza nello snowboard cross, con l'eliminazione di Visintin, candidato ad una medaglia, per una caduta. Quarto posto di Dominik Paris nella discesa. Nel pattinaggio di figura bellissimo sesto posto di Marchei-Hotarek.

SLITTINO, ITALIA QUINTA NELLA STAFFETTA A SQUADRE

SLITTINO, ITALIA QUINTA NELLA STAFFETTA A SQUADRE

Italia quinta nella 'Team relay' di slittino - la staffetta a squadre. Per gli azzurri sono scesi sulla pista dell'Alpensia sliding centre Andrea Voetter (singolo donne), Dominik Fischnaller (singolo uomini) e Fabian Malleier-Ivan Nagler (doppio). Oro alla Germania, argento al Canada e bronzo all'Austria.

PATTINAGGIO, BRONZO A TUMOLERO NEI 10000 M

Quinta medaglia per l'Italia ai Giochi Olimpici di PyeongChang. Nicola Tumolero ha vinto la medaglia di bronzo nei 10000 metri di pattinaggio di velocità. L'azzurro ha chiuso con il tempo di 12'54"32 al termine di una gara emozionante, vinta dal canadese Bloemen con il record olimpico di 12'39"77 davanti all'olandese Bergsma.

BIATHLON M, BOE VINCE LA 20 KM. MALE GLI AZZURRI

BIATHLON M, BOE VINCE LA 20 KM. MALE GLI AZZURRI

Il norvegese Johannes Thingnes Boe ha vinto la medaglia d'oro nella 20km individuale maschile di biathlon. Con il tempo di 48.03.8 e solo due errori al poligono, l'atleta scandinavo ha preceduto lo slovacco Jakov Fak di appena 5.5 secondi e l'austriaco Dominik Landertinger di 14.2 rispettivamente argento e bronzo. Male gli italiani: 43esimo Dominik Windisch staccato di quasi 5 minuti e con 5 errori al poligono, 55° Lukas Hofer a quasi 6 minuti e sempre con 5 errori.

WIERER: "TESTA PESANTE E FATICO A DORMIRE"

"Sono delusa. In gara sento la testa che pesa, non riesco a smaltire il fuso orario, vorrei dormire bene una notte". All'arrivo della 15 chilometri individuale di biathlon Dorathea Wierer non nasconde l'amarezza per non essere salita sul podio. "In questo sport per vincere serve la giornata perfetta - spiega - ci sono il tiro e lo sci, non basta fare bene solo in una specialità. Bisogna essere al 100% in entrambe".

CIO VIETA OMAGGIO FRANCESE A POISSON

Gli organizzatori delle Olimpiadi hanno chiesto ai discesisti francesi di rimuovere gli adesivi che volevano indossare sui loro caschi per rendere omaggio al ex compagno di squadra David Poisson, morto all'eta' di 35 lo scorso novembre durante un allenamento in Canada. "Pochi giorni fa, durante un controllo all'equipaggiamento l'ispettore del CIO ha chiesto di togliamo il messaggio in memoria di David che i discesisti stavano progettando di indossare sui loro caschi", ha rivelato David Chastan, capo della squadra maschile francese, all'AFP. "Accettiamo la decisione del CIO, ci atterremo ad essa, non siamo qui per fare scena", ha aggiunto Chastan aggiungendo pero' che la morte di Poisson e' "qualcosa che non possiamo dimenticare". Durante le gare di Coppa del Mondo agli atleti francesi era stato permesso di indossare un adesivo tricolore in memoria di Poisson sui loro caschi.

BIATHLON, 15 KM: DELUSIONE WIERER

BIATHLON, 15 KM: DELUSIONE WIERER

Delusione per Dorothea Wierer nella 15 km di biathlon. L'azzurra non è riuscita a salire sul podio per un errore all'ultimo poligono e ha chiuso la sua prova in settima posizione. L'oro è andato allo svededse Oeberg davanti alla slovacca Kuzmina e alla tedesca Dahlmeier. Lontane le altre due azzurre in gara: Lisa Vittozzi ha chiuso al 32esimo posto staccata di oltre 4 minuti con 3 errori al tiro, mentre Alexia Runggaldier non e' andata oltre il 33esimo posto sempre a oltre 4 minuti e con 2 errori al tiro. Ultime delle italiane, Nocole Gontier che ha chiuso con il 38esimo posto a 4.25 secondi e 4 errori dal poligono. Prossimo appuntamento per le ragazze del biathon, sabato 17 febbraio con la 12.5km mass start.

SCI DI FONDO: PODIO EX AEQUO NELLA 10 KM

SCI DI FONDO: PODIO EX AEQUO NELLA 10 KM

Primo successo alle Olimpiadi per Ragnhild Haga. Nella 10 km di sci di fondo a tecnica libera la norvegese classe 1991 ha vinto fermando il cronometro sul 25:00.5, 20 secondi più veloce di Charlotte Kalla che ha conquistato la sua sesta medaglia in carriera alle Olimpiadi. Sul podio però, ci sono salite quattro atlete, infatti Marit Bjoergen e Krista Parmakoski hanno confezionato lo stesso tempo, cioè 25:32.4, il che significa circa 32 secondi di ritardo dalla testa della graduatoria.

CURLING: ITALIA BATTE USA

CURLING: ITALIA BATTE USA

Ancora una impresa della nazionale di curling alle Olimpiadi invernali di PyeongChang. Nella terza sessione del round robin, gli Azzurri Amos Mosaner, Joel Retornaz, Simone Gonin, Daniele Ferrazza e Andrea Pilzer hanno battuto gli Stati Uniti per 10-9. Per l'Italia è la seconda vittoria dopo quella contro la Svizzer, a questo punto nel mirino degli Azzurri c'è una storica qualificazione alle semifinali. Prossimo impegno per l'Italia, domani contro la Danimarca.

Incontro imprevedibile quello contro gli Stati Uniti, risolto solo all'ultima stone che Mosaner manda leggermente lungo senza però sbagliare. Secondo successo consecutivo per gli Azzurri e terzo posto momentaneo in classifica insieme alla Gran Bretagna. "Qui non ci sono partite facili e se finisci a giocartela all'ultimo end, devi saper gestire la pressione. Noi ci stiamo riuscendo e così l'autostima cresce. Certo che questo match è stato un parto… Ora viene il bello: di volta occorre essere bravi ad adeguare il proprio gioco a chi hai di fronte, ma grazie alla preparazione che abbiamo sostenuto, abbiamo un ampio quadro tattico a cui poter far ricorso. Restiamo concentrati e non illudiamoci", le parole a fine gara dello skip azzurro Joel Retornaz al sito Fisg.


MARCHEI-HOTAREK: "IL NOSTRO PICCOLO RECORD"

MARCHEI-HOTAREK: "IL NOSTRO PICCOLO RECORD"

"È il nostro piccolo record". Così la coppia del pattinaggio di figura Valentina Marchei e Ondrej Hotarek ha commentato il sesto posto nella finale olimpica di PyeongChang. "Cosa abbiamo fatto? cosa altro c'è, ora possiamo davvero iniziar a godercela, perché non siamo solo in forma, ora siamo forti", ha esordito Marchei spiegando di essersi allenata anche di notte, "Eravamo sereni e tranquilli - ha aggiunto - Abbiamo pattinato come in allenamento, comodi e a nostro agio". Secondo Hotarek, "pensando a tutto quello che abbiamo fatto giorno dopo giorno, quello di oggi è stato l'esempio di una preparazione pazzesca, da manuale, noi siamo rimasti a bocca aperta". La coppia adesso guarda ai Mondiali. E poi? "Poi ne parliamo".

PATTINAGGIO ARTISTICO: MARCHEI-HOTAREK SESTI COL RECORD ITALIANO

Sono sesti gli italiani Valentina Marchei e Ondrej Hotareck nella finale del pattinaggio di figura alle Olimpiadi di PyeongChang. La coppia ha raggiunto il punteggio di 216.59 (record italiano) dietro ai francesi e ai russi dell'Oar. L'oro è andato alla coppia tedesca formata da Aljona Savchenko e Bruno Massot con 235.90 davanti a quella cinese (Wenjing Sui/Cong Han) con 235.47. Bronzo canadese con Meagan Duhamel e Eric Radford (230.15)

VISINTIN: "NO RABBIA, MA TRISTEZZA"

VISINTIN: "NO RABBIA, MA TRISTEZZA"

"Non sono arrabbiato ma triste. Mi è caduto davanti uno spagnolo e non ho potuto evitarlo. Poi mi sono rialzato e ho cercato di recuperare ma era troppo tardi". Omar Visintin, campione azzurro di snowboardcross e considerato una delle 'stelle' dell'Italia team, commenta con amarezza la sua eliminazione agli ottavi di finale della gara valida per i Giochi Olimpici di PyeongChang. "In qualificazione - aggiunge - ero andato bene, ho chiuso 11 centesimi dietro al francese Vaultier. Agli ottavi non sono partito bene e mi sono messo dietro gli altri, ero tranquillo, pensavo di superare più avanti. Poi ho visto lo spagnolo che sbagliava il salto e l'ho preso in pieno. Mi si è persino scheggiata la tavola nello scontro. A quel punto ho provato a spingere e a rientrare, ma sono caduto di nuovo. Peccato".

SNOWBOARDCROSS: DELUDE VISINTIN

Il francese Pierre Vaultier ha vinto la medaglia d'oro nello snowboardcross ai Giochi Olimpici di PyeongChang. Argento all'australiano Jarryd Hughes e bronzo allo spagnolo Regino Hernandez. Tra i quattro italiani in gara, Michele Godino e Emanuel Perathoner sono stati eliminati ai quarti di finale, Omar Visintin (in questa stagione vincitore di due tappe di Coppa del Mondo a Cervinia e a Erzurum) e Lorenzo Sommariva agli ottavi di finale.

GIGANTE: BRIGNONE DI BRONZO

GIGANTE: BRIGNONE DI BRONZO

Per l'Italia arriva la quarta medaglia olimpica con Federica Brignone. A PyeongChang l'azzurra ha conquistato il bronzo nel gigante femminile dominato dalla statunitense Mikaela Shiffrin. Resta un po' di amaro in bocca perché dopo la prima manche l'Italia sognava in grande con il primo posto di Manuela Moelgg. Poi relegata in ottava posizione dopo una brutta seconda manche. Quinta Marta Bassino. Medaglia d'argento per la Mowinckel.

DISCESA: QUARTO POSTO PER PARIS

DISCESA: QUARTO POSTO PER PARIS

Medaglia di legno per Dominik Paris nella discesa olimpica di PyeongChang. Una sbavatura ha relegato l’azzurro in quarta posizione a +0.54 dal vincitore Svindal. Il norvegese, grande favorito della vigilia, non ha tradito le attese e ha battuto il connazionale Jansrud e lo svizzero Feuz. Sesto Peter Fill, mentre Christof Innerhofer ha chiuso solo 17.esimo. Ventiduesimo Buzzi.

NORDCOREANA ULTIMA IN GIGANTE, CHEERLEADER SUGLI SPALTI

Ha chiuso 67/a, con l'ultimo tempo, la prima manche del gigante femminile ai Giochi di PyeongChang ma ha avuto un tifo super. Kim Ryon-Hyang spera un giorno di poter vincere una medaglia, intanto per lei sugli spalti del Yongpyong alpine center c'erano le cheerleader che l'hanno sostenuta durante la sua prova. Tutte in tuta rossa, cappellino e bandiera della penisola coreana, le ragazze del Nord hanno incoraggiato l'unica loro atleta in gara nel gigante. "Sono sicura che un giorno a livello internazionale ci riusciremo - ha detto la sciatrice - e io farò del mio meglio per vincere una medaglia. Sono stata molto sostenuta dal gruppo delle cheerleader".

VENTO FORTE: 16 FERITI LIEVI AL PARCO OLIMPICO

Sedici persone sono rimaste lievemente ferite ieri all'Olympic Park di Gangneung, cluster delle gare su ghiaccio alle Olimpiadi di PyeongChang, dove gli organizzatori avevano deciso di sospendere ogni attività a causa del forte vento. Tredici feriti fanno parte dello staff delle Giochi, mentre altri 3 sono spettatori. Tutti hanno riportato solo "qualche piccola escoriazione, sono stati curati e mandati a casa", ha spiegato stamattina il portavoce del Comitato organizzatore, Sung Baik You. Il vento ha causato danni ad oltre 60 tendoni del parco olimpico, mentre oltre cento inferriate che recintano la zona sono state abbattute.

TAGS:
Olimpiadi
Pyeongchang 2018

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X