Amichevole: il Marocco non sfonda, 0-0 con l'Ucraina

A Ginevra sfida senza gol ed emozioni, Banatia in campo solo un tempo

Amichevole: il Marocco non sfonda, 0-0 con l'Ucraina

Amichevole di preparazione in vista del Mondiale in Russia per il Marocco: a Ginevra la sfida contro l’Ucraina, che ha mancato la qualificazione, regala poche emozioni: finisce 0-0. Resta in campo solo un tempo lo juventino Benatia prima di cedere il posto ad Achraf Hakimi, astro nascente del Real Madrid. Le uniche occasioni da rete arrivano dal marocchino Ziyech, ma la squadra di Shevchenko si salva nonostante il poco gioco espresso.

Test match in vista del Mondiale in Russia per il Marocco, inserito nel gruppo B con Spagna, Portogallo e Iran. L’Ucraina, che ha fallito la qualificazione concludendo nel girone alle spalle di Islanda e Croazia, va a caccia di conferme nella gestione Shevchenko. Il Marocco schiera la difesa a tre con lo juventino Benatia schierato sulla destra. In attacco Ziyech e Belhanda giocano a supporto di Boutaib. In panchina Achraf Hakimi, giovane talento del Real Madrid. Nell’Ucraina c’è la stella Yarmolenko del Borussia Dortmund sulla trequarti alle spalle di Seleznyov. Per la prima emozione della partita bisogna aspettare una conclusione di Kovalenko che non supera la retroguardia. Si rende più pericoloso il Marocco al quarto d’ora, quando Ziyech chiama in causa Pyatov con un destro indirizzato all’angolino, il portiere però è lesto e non si fa sorprendere. Passa un solo minuto e ci prova anche Benatia, il colpo di testa però finisce di molto al lato della porta. Boussoufa conferma il dominio marocchino con una conclusione che non trova fortuna, a rendersi maggiormente pericoloso poco dopo è ancora uno scatenato Ziyech che impegna nuovamente Pyatov costringendolo a distendersi all’angolino basso. L’Ucraina si fa vedere alla mezz’ora con Seleznyov, che arriva due volte alla conclusione senza trovare lo specchio della porta. Amrabat prova l’ultima sortita offensiva del Marocco nel primo tempo, ma è la squadra di Shevchenko col passare dei minuti a crescere senza, però, riuscire a creare pericoli prima dell’intervallo. Nella ripresa i primi cambi incidono pesantemente sul gioco. Per il Marocco la staffetta più importante è a difesa con l’ingresso di Achraf Hakimi al posto di Benatia, mentre sulla trequarti entra in campo il ventenne Harit dello Schalke04. L’Ucraina si affida all’ingresso in campo di Marlos dello Shakhtar Donetsk per rivitalizzare la manovra, il tentativo riesce con le prime occasioni del secondo tempo create dalla squadra di Shevchenko. Konoplyanka e Shaparenko ci provano dal cuore dell’area di rigore, ma non trovano lo specchio. Un tentativo sbilenco di Da Costa è il segnale di un Marocco in pesante involuzione nella ripresa, poi la gara si spegne e per vedere un’occasione da rete bisogna aspettare gli ultimi minuti, quando Harit manda alto di testa da buona posizione. Termina a reti inviolate.

TAGS:
Mondiali
Verso russia 2018
MaroccoUcraina

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X