Juve Campione, Dybala in bianco e nero

Stagione in altalena per la Joya: bene in campionato, male in Champions

di STEFANO RONCHI

Luci e ombre. Per Paulo Dybala la stagione 2017/2018 doveva essere quella della consacrazione e invece è stata un'annata in bianco e nero. La Joya ha alternato prestazioni meravigliose e periodi di gran forma ad altri di crisi tecnica e realizzativa. Un rendimento in altalena, nettamente diviso tra campionato e Champions. In Serie A il bottino stagionale dell'argentino dice 22 gol, con tre triplette, tre doppiette e il miglior score da quando è arrivato in Italia. 

ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

IPP

Foto 2

IPP

Foto 3

IPP

Foto 4

IPP

Foto 5

IPP

Foto 6

IPP

Foto 7

IPP

Foto 8

IPP

Foto 9

IPP

Foto 10

IPP

Foto 11

IPP

Foto 12

IPP

Foto 13

IPP

Foto 14

IPP

Foto 15

IPP

Foto 16

IPP

Foto 17

IPP

Foto 18

IPP

Foto 19

IPP

Foto 20

IPP

Foto 21

IPP

Foto 22

IPP

Foto 23

IPP

Meglio di lui hanno fatto solo Icardi e Immobile, per intenderci. E il settimo scudetto di fila porta decisamente la firma della Joya bianconera, con un inizio super (10 gol dopo sei giornate) e una doppietta anche nell'amara finale di Supercoppa con la Lazio. Poi i paragoni con Messi, il calo, l'infortunio muscolare e un rendimento a singhiozzo, con lampi di classe e qualche ombra, soprattutto contro le grandi. In mezzo anche un gol e due assist in Coppa Italia. Tutto da protagonista. Nel bene (spesso), ma qualche volta anche nel male, come nei due rigori falliti di fila contro Atalanta e Lazio. 

Ma è in Champions che Dybala ha steccato davvero in questa stagione. In otto presenze, la Joya bianconera ha firmato solo una rete al ritorno col Tottenham, senza dare mai la sensazione di essere davvero pronto a fare il salto di qualità per avvicinare i mostri sacri CR7 e Messi. A complicare le cose poi ci ha pensato il 4-3-3 varato da Allegri per dare più solidità alla squadra. Un modulo che ha penalizzato Dybala, costretto anche ad accomodarsi in panchina per far spazio a Matuidi in mediana o a Douglas Costa, Mandzukic e Cuadrado nel tridente accanto a Higuain.

Per la Joya bianconera è stata una Champions da dimenticare, chiusa con il cartellino rosso contro il Real. Il triste epilogo di una stagione vissuta da protagonista in Italia, ma da gregario in Europa, senza lasciare traccia. Tutto avvolto dalla voglia di giocare i Mondiali in Russia e da tanti rumors di mercato proveniente dalla Spagna. Dopo tre scudetti di fila, l'annata bianco-nera di Dybala sarà l'ultima con la maglia della Juve?

TAGS:
Juve
Scudetto
2017/2018
Dybala

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X