Internazionali 2018, la finale sarà Nadal-Zverev

Lo spagnolo vince in due set con Djokovic, Sascha piega invece Cilic

Toccherà a Nadal e Zverev giocarsi l'ultimo atto degli Internazionali 2018. Rafa ha regolato Djokovic in due set (7-6 6-3) agguantando la decima finale della carriara al Foro italico. Primo set lottato con Nole, poi il maiorchino prende il largo e chiude i conti. Contro Cilic anche a Sascha bastano due set per volare in finale (7-6 7-5). Primo parziale tiratissimo, col tedesco che la spunta dopo un lunghissimo tie-break, poi nel secondo set il numero 3 Atp passa in rimonta.

ZoomDisattiva slideshow
Foto 1

Ansa

Foto 2

Ansa

Foto 3

Ansa

Foto 4

Ansa

Foto 5

Ansa

Foto 6

Ansa

Foto 7

Ansa

Foto 8

Ansa

Foto 9

Ansa

Foto 10

Ansa

Foto 11

Ansa

Foto 12

Ansa

Foto 13

Ansa

Foto 14

Ansa

Foto 15

Ansa

Foto 16
Foto 17
Foto 18
Foto 19
Foto 20
Foto 21
Foto 22
Foto 23
Foto 24
Foto 25
Foto 26
Foto 27
Foto 28
Foto 29
Foto 30
Foto 31
Foto 32

NADAL-DJOKOVIC

Il "Clasico" dell'Era Open si apre con un brivido per Nadal, che deve subito annullare due palle break per evitare la partenza falsa. Ma è solo un piccolo sbandamento. Ripreso in mano il game, infatti, Rafa comincia a mulinare col dritto, ingaggiando il solito braccio di ferro dal fondo. Un forcing che costringe Nole a fare il "tergicristallo" e ad aggrapparsi al servizio e al rovescio stretto per rimanere in partita. Lontano dalla riga di fondo, Djokovic è costretto a forzare per tenere il ritmo e a regalare anche qualche "gratuito". Nei primi quattro game si viaggia appaiati, poi sul 3-2 per Rafa arriva il primo strappo. Nadal aumenta la pressione, conquista il break e allunga sul 5-3. Set deciso? Macché. Djokovic non molla e reagisce, alzando la qualità del suo tennis, rischiando le giocate e restituendo subito il "favore" allo spagnolo. Un recupero che mostra il miglior Djokovic stagionale e rimette tutto in discussione. Sul 5-5 piovono vincenti e il Centrale si infiamma. Per decidere il primo set serve il tie-break. Rafa si piazza sulla linea di fondo e aggredisce col dritto, ma Nole tiene duro e risponde colpo su colpo. Si lotta su ogni palla, poi Nadal rompe l'equilibrio sul 3-3 col dritto lungolinea e porta a casa la prima frazione con un passante di rovescio.

Un verdetto che lascia l'amaro in bocca a Djokovic e segna la partita. Colpito, nel secondo set Nole aggredisce il match per accorciare gli scambi, ma perde lucidità e sull'1-1 incassa subito il break a zero. Uno scossone che porta il match sui binari di Rafa, bravo a restare concentrato e a non concedere al serbo opportunità per rientrare in gioco. Avanti nel punteggio, il maiorchino si mette in modalità "rullo compressore", rischia solo nel settimo game e poi viaggia spedito verso l'obiettivo, tenendo il servizio e chiudendo i conti sul . Nadal torna in finale a Roma per la decima volta. Ma Nole sta tornando...

NADAL: "SONO QUI PER VINCERE"

Soddisfatto e concentrato sull'obiettivo. Questo lo stato d'animo di Nadal alla fine della semifinale con Djokovic. "E' stato un match molto equilibrato, la differenza si è giocata su pochi punti, specialmente nel primo set - ha spiegato dopo la gara -. La chiave è stata essere più aggressivo di lui". "Nole è uno dei migliori tennisti della storia, contro di lui devi giocare sempre al massimo - ha proseguito -. Questa è stata la sua miglior settimana ques'’anno, non ho nessun dubbio che, se vuole, possa tornare al suo livello". "Io sono qui per vincere a Roma, un torneo importante cui tengo molto", ha concluso.

ZVEREV-CILIC

Sul centrale la lotta Zverev-Cilic è subito chiara. Si gioca tutto sul servizio, con qualche drop shot per cambiare ritmo. Fino al cinque pari non si registrano incidenti di percorso, poi prima Cilic e poi Zverev buttano via diverse palle break pesanti fino al 6-6. Nel tie-break Sascha va avanti, ma spreca, poi il "braccino" viene a Cilic dopo una sfuriata del tedesco per una chiamata di Lahyani. Un tira e molla infinito, che Zverev chiude dopo ben 28 punti, conquistando il set.

Il secondo parziale si apre subito con un break di Cilic, che sorprende Sascha dopo un timeout medico e si porta sul 2-0. Avanti nel punteggio, il croato accorcia gli scambi attaccando e seguendo a rete. Il tedesco invece si aggrappa al servizio e alla solidità dei suoi fondamentali per restare in partita. Tattica che paga. Nel settimo game il numero tre del mondo piazza infatti il contro-break e pareggia i conti. Fino al 6-5 per Sascha si viaggia spediti, poi Cilic cala nel momento cruciale della gara e sale in cattedra Zverev, che chiude la partita con l'aiuto del nastro e si guadagna la seconda finale di fila al Foro Italico.

TAGS:
Tennis
Internazionali
Roma
2018
Djokovic
Nadal

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X