TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI
logo

SportMediaset

Giro, i numeri delle iniziative Mediolanum

Il bilancio della corsa rosa attraverso la banca sponsor ufficiale

Giro, i numeri delle iniziative Mediolanum

Banca Mediolanum, per il quindicesimo anno consecutivo sponsor ufficiale del Gran Premio della Montagna con la Maglia Azzurra al Giro d’Italia, anche quest’anno ha organizzato su tutto il percorso del Giro molteplici attività di relazione con il pubblico appassionato in compagnia dei campioni e storici testimonial Francesco Moser, Gianni Motta, Maurizio Fondriest, Paolo Bettini ai quali si è unito, da quest’anno, Alessandro Ballan.

• 30 “pedalate amatoriali” che hanno permesso a quasi 1300 appassionati di vivere l’emozione del Giro d’Italia percorrendo oltre 1200 km sulle strade della corsa rosa anticipandola di qualche ora;
• 815 ospiti hanno avuto la possibilità di partecipare agli 11 pranzi organizzati lungo i percorsi di tappa per vivere da vicino il passaggio della gara;
• 3179 invitati hanno preso parte ai 18 “Mediolanum Party”, cene su invito in location d’eccezione;
• 1600 appassionati hanno assistito alla corsa dalle esclusive aree hospitality del Giro d’Italia allestite in partenza e in arrivo di tappa, mentre 62 fortunati hanno seguito le tappe del Giro direttamente dall’auto in corsa percorrendo il tracciato di gara a bordo di auto messe a disposizione dall’organizzazione del Giro.

Il tutto reso possibile grazie al coinvolgimento dei Family Banker® sul territorio, all’impegno dei 5 testimonial e al costante e appassionato lavoro dello staff composto da una quarantina di persone tra dipendenti e collaboratori esterni. Più di 5000 i km percorsi e 3 i mezzi in carovana. Oltre 170 storie pubblicate sul sito storiedalgiro.it, più di 200 foto su instagram superando i 2 milioni di persone raggiunte. Questo il successo di #StorieDalGiro, il racconto social di Banca Mediolanum delle storie del Giro d’Italia attraverso immagini, ritratti e brevi dialoghi degli appassionati della corsa in rosa, per tracciare una mappa dei fan che fisicamente popolano le strade toccate dalla corsa più dura del mondo, nel paese più bello del mondo e creare un racconto dei valori del Giro d’Italia e di quelli che Banca Mediolanum porta sul territorio, grazie alla ormai consolidata partnership. Momenti d’incontro tra sport e intrattenimento attraverso i quali Banca Mediolanum intende confermare ulteriormente il dialogo con la propria community che dal 2003 ha visto la partecipazione di quasi 600.000 persone tra clienti e appassionati di cui 40.000 nel 2017. Anche quest’anno sono proseguite le iniziative solidali di Fondazione Mediolanum Onlus, che opera a sostegno del mondo dell’infanzia in condizioni di disagio in Italia e nel mondo. Una raccolta fondi che ha raggiunto la cifra di 48.220 euro a favore del progetto #stammivicino, per sostenere le associazioni ASEOP Onlus, CasAmica Onlus e TriaCorda, per aiutare 240 bambini con gravi patologie oncologiche e le loro famiglie costretti ad allontanarsi dalla propria casa e dalla propria città per cercare cure in altri centri dove esistono strutture sanitarie specializzate. E per celebrare la centesima edizione del Giro d’Italia, Ennio Doris, Presidente di Banca Mediolanum e Pier Augusto Stagi, Direttore di Tuttobici, entrambi molto appassionati di ciclismo, hanno voluto dedicare un libro - “100 STORIE UN GIRO” (edito da Mondadori) - nel quale viene ripercorsa la storia del nostro Paese attraverso le tappe più belle e significative della corsa. Un libro ricco di aneddoti e passi di autentica letteratura raccolti da libri rari e pubblicazioni dell’epoca. Un libro che parla di libri. Una storia che è la summa di altre mille storie, un prontuario di passione per gli appassionati: quelli veri.

TAGS:
Ciclismo
Giro d'Italia
Mediolanum

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X