Italia fuori dopo 18 rigori: sbagliano Zaza, Pellé, Bonucci e Darmian

Neuer ipnotizza Bonucci e Darmian, ma il penalty di Pellè poteva darci un vantaggio decisivo

Dopo 9 rigori per squadra l'errore decisivo di Darmian sancisce l'eliminazione dell'Italia e manda la Germania in semifinale. Per la prima volta nella storia azzurra veniamo eliminati dai tedeschi in un grande torneo, vediamo come è andata.

Capitan Schweinstiger vince a testa o croce con Buffon e sceglie che a tirare siano per primi gli Azzurri e sotto la curva dedicata ai tifosi italiani. Per primo sul dischetto si presenta Insigne e segna, Kroos risponde e rimette tutto in parità. Tocca a Zaza, entrato al 120' proprio per calciare dal dischetto: spara altissimo. Müller potrebbe portare avanti i tedeschi ma Buffon lo ipnotizza; tocca a Barzagli che non sbaglia, mentre Özil subito dopo centra il palo. Italia avanti, sul dischetto va Pellè che sbaglia malamente (dopo aver mimato il gesto del cucchiaio prima dell'esecuzione), Draxler pareggia, poi tocca ancora a Bonucci: dopo il rigore segnato nei 90' il difensore della Juve prende la stessa rincorsa ma cambia lato, incrociando. E Neuer para.

La Germania ha il match ball, ma Schweinstiger calcia altissimo. Si va ad oltranza. Il primo a segnare è Giaccherini, poi tocca a Hummels, Parolo, Kimmich, De Sciglio e Boateng: non sbaglia più nessuno. Fino al tiro, parato di Darmian: il terzino apre il piattone ma non angola, Neuer para. Hector, mancino, incrocia e non sbaglia: Buffon tocca ma non può nulla. Germania avanti e Italia a casa.

TAGS:
Euro 2016
Germania
Italia
Rigori