Italia, Barzagli: "Sarà durissima, ma non siamo spacciati. Io come un ventenne"

Il difensore: "Con Morata sarà un bel duello. Le motivazioni non mancano"

Barzagli, LaPresse

"Sarà durissima, ma non siamo spacciati". Andrea Barzagli è tranquillo in vista degli ottavi con la Spagna. "L'unica cosa facile sarà quella di trovare le motivazioni: lo spirito di squadra non ci manca, se lo metteremo in campo sarà un grande ottavo di finale". Il difensore azzurro è uno dei dieci diffidati: "Ci scherziamo su, come anche con Morata: sarà un bel duello". Nessun dubbio sul pericolo numero 1: "Iniesta è da anni il più forte".

"Nessuno parte spacciato nel calcio, sarà così anche con la Spagna: dopo gli scetticismi iniziali, anche giustificati, la gente ha capito che questa nazionale dà tutto in campo. Sono certo, l'Italia da casa starà incollata davanti al televisore". Barzagli dà una definizione degli azzurri: "Saremo brutti, sporchi e cattivi, ma combatteremo: ma faremo di tutto per fare male alla Spagna: a inizio torneo si diceva che loro non erano tra i favoriti, ma a parte il secondo tempo contro la Croazia, hanno giocato un gran calcio. Ma l'Italia non giocherà solo una partita di contenimento, penseremo anche a colpirli".

"Siamo pronti ad affrontare la Spagna e ci siamo allenati anche a tirare i rigori": arrivano le sfide a eliminazione diretta, e per Italia-Spagna si ripropone lo spettro della possibile decisione dal dischetto. Nel 2008 ai quarti l'Italia chiuse 0-0 e fu poi eliminata ai rigori dalla Spagna, lanciata verso il titolo che apriì il ciclo vincente. "Sappiamo che può succedere - ha spiegato Barzagli - Ci siamo allenati, non solo i rigoristi, anche chi li tira di meno. Con scene brutte, devo ammettere. Se ho segnato? Qualcuno sì qualcuno no, ma vi assicuro che in partita è un'altra cosa: vedi il portiere, vedi i tifosi, pensi a tante cose...".

"Morata ha detto sono il miglior difensore italiano? In campo non ci sono amici e faccio anche fatica solo a salutarli, per un fatto mio di concentrazione. Alvaro è uno dei pericoli della Spagna, sappiamo le qualità che hanno. Alvaro lo conosciamo - ha aggiunto - ma bisogna vedere anche tutti i calciatori che con la palla possono mandarlo in porta. Li stiamo studiando, li abbiamo già affrontati diverse volte e ci stiamo preparando al meglio". Da ex compagni nella Juve, Barzagli ha con ironia ha detto anche: "Con Alvaro scherziamo molto, non ci casco. Ho timore sia di lui che della Spagna, a volte questi attestati non mi piacciono e penso saremo tutti concentrati sulla partita sapendo del valore della Spagna. "Chi avrà più vantaggi? Credo lui, noi lo conosciamo avendolo visto nella nostra squadra. Ma nella Spagna ha fantasisti che cercano linee di passaggio che pochi al mondo sono in grade di trovare. Da noi sa che se si mette dalla parte di Giorgio due scarpate le prende... scherzo. Alla fine vincerà chi è più attento e sbaglia meno, è quello che conta", ha concluso.

TAGS:
Barzagli
Italia