Euro 2016, Polonia ai quarti: Svizzera battuta ai rigori

Shaqiri risponde a Kuba, poi Xhaka sbaglia dal dischetto e condanna gli uomini di Petkovic

di MAX CRISTINA

La Polonia è ai quarti di finale di Euro 2016. Nel primo ottavo di finale, giocato a St Etienne, Lewandowski e compagni hanno avuto bisogno dei calci di rigore per superare la Svizzera 6-5 dopo l'1-1 dei tempi supplementari. Al gol di Blaszczykowski nel primo tempo ha risposto Shaqiri con una splendida rovesciata all'82', mentre nell'extratime Fabianski si è superato su Derdiyok. Dal dischetto l'errore decisivo è di Xhaka.

LA PARTITA

In qualunque modo fosse finita la sfida di Saint Etienne si sarebbe riscritta la storia. Gioisce la Polonia, un pizzico più fredda dal dischetto e più fortunata nei centoventi minuti di gioco, che conquista i quarti di finale di un Europeo per la prima volta nella propria storia grazie al 6-5 complessivo dischetto compreso (1-1 al 120'). Solo rammarico, invece, per la Svizzera di Petkovic che deve rinviare lo stesso identico appuntamento per un unico errore dagli undici metri dopo aver rimesso in carreggiata la sfida e aver rischiato, molto più dei polacchi, di vincerla.

Le proprie fortune la squadra del ct Nawalka le ha costruite con un primo tempo di grande intensità e buona qualità tecnica. La quasi frittata di Sommer e Djorou dopo appena ventinove secondi, sprecata malamente da Milik a porta vuota, ha spaventato la Svizzera che per tutto il primo tempo ha sofferto il pressing alto e compatto del 4-4-2 polacco. L'imprecisione sottoporta di Milik e un paio di folate di Grosicki passano indenni dalle parti di Sommer che però capitola nel momento migliore degli elvetici poco dopo la mezz'ora. Schaer e Djorou sfiorano il vantaggio su azione da corner, ma sul contropiede rilanciato direttamente da Fabianski, Grosicki trova la zampata vincente che manda in porta Blaszczykowski per il piattone destro dell'1-0. Il secondo gol di fila per l'esterno della Fiorentina, capace di entrare in cinque degli ultimi sei gol della propria nazionale.

La partita offensiva della Polonia però termina di fatto qui. Nella ripresa la Svizzera scende in campo più determinata e concentrata, rischiando di subire il raddoppio al 50' con un tiro di punta di Lewandowski e nulla più, tenendo in mano le operazioni offensive e il possesso palla a larghi tratti. Entrano Embolo e Derdiyok, ma soprattutto si accendono Shaqiri e Rodriguez sugli esterni ed è proprio l'ex Inter a impegnare Fabianski al 53' con un sinistro dal limite. La massima pressione però arriva negli ultimi venti minuti con l'ingresso di Fernandes in mezzo al campo. Rodriguez fa volare Fabianski all'incrocio dei pali su punizione e poco dopo Seferovic colpisce in pieno la traversa. Il gol è nell'aria e arriva puntuale al minuto 82 nella maniera più spettacolare possibile: Shaqiri, al limite dell'area, raccoglie una respinta difensiva coordinandosi in una splendida semirovesciata che manda il pallone all'angolino per il primo gol subito dalla Polonia all'Europeo.

Ai supplementari il copione non cambia. Una Polonia stanca aspetta la Svizzera che insiste ma non troppo, trovando però tre occasioni nitide per portare a casa il banco. Al 96' Shaqiri prova un improbabile pallonetto, mentre al 113' è ancora Fabianski a superarsi su Derdiyok che a due minuti dalla fine inciampa e spreca a tu per tu col portiere. Segnali, si può dire. E infatti alla lotteria dei rigori vince la Polonia, infallibile dal dischetto dal primo al quinto. Per la Svizzera e Petkovic, invece, l'errore decisivo è del deludente Xhaka che spara in tribuna di esterno sinistro.

LE PAGELLE

Shaqiri 7 - Si accende nella ripresa e si prende l'immagine copertina di questo Europeo. Non basta per portare la Svizzera ai quarti, ma lui il suo l'ha fatto saltando l'uomo e creando occasioni da gol

Blaszczykowski 6,5 - L'uomo più decisivo per la Polonia nonché goleador in attesa del collega più rinomato. Sblocca il match e per tutto il primo tempo fa le due fasi alla grande

Xhaka 4,5 - In mezzo al campo non dà geometria e non fa legna. Dannoso oltre ogni misura, si limita a retropassaggi ai compagni in tutta tranquillità. Dal dischetto completa il disastro sparando in tribuna

Lewandowski 5 - Continua l'Europeo deludente della stella polacca. Gioca lontano dalla porta ma non trova il guizzo vincente. Si rifà solo dal dischetto

Seferovic 6 - La traversa gli nega la gioia di un gol meritato per la mole di lavoro svolta in campo. Un tempo in solitudine, poi finisce a fare il terzino con grande generosità.

Fabianski 7 - La qualificazione ai quarti è in buona parte sua. Almeno due miracoli hanno mantenuto in gara la Polonia

IL TABELLINO

SVIZZERA-POLONIA 5-6 dcr (1-1)
Svizzera (4-2-3-1):
Sommer 6; Lichtsteiner 6, Schaer 6, Djorou 5,5, Rodriguez 6,5; Behrami 6,5 (31' st Fernandes 6), Xhaka 4,5; Shaqiri 7, Dzemaili 6,5 (13' st Embolo 6), Mehmedi 6 (25' st Derdiyok 5,5); Seferovic 6. A disp.: Hitz, Buerki, Moubandje, Elvedi, von Bergen, Lang, Frei, Zakaria, Tarashaj. Ct.: Petkovic 6.
Polonia (4-4-2): Fabianski 7; Piszczek 5,5, Glik 6,5, Pazdan 6,5, Jedrzejczyk 5,5; Blaszczykowski 6,5, Krychowiak 6,5, Maczynski 5,5 (11' pts Jodlowiec 5,5), Grosicki 6,5 (14' pts Peszko 5); Milik 5,5, Lewandowski 5. A disp.: Szczesny, Boruc, Linetty, Stepinski, Wawrzyniak, Salamon, Zielinski, Starzynski. Ct.: Nawalka 6.
Arbitro: Clattenburg
Marcatori: 39' Blaszczykowski (P), 37' st Shaqiri (S)
Ammoniti: Schaer, Djourou (S); Jedrzejczyk, Pazdan (P)
Espulsi: nessuno

Rigori:
Svizzera: Lichtsteiner gol, Xhaka fuori, Shaqiri gol, Schaer gol, Rodriguez gol
Polonia: Lewandowski gol, Milik gol, Glik gol, Blaszczykowski gol, Krtychowiak gol

TAGS:
Euro 2016
Polonia
Svizzera
Ottavi di finale
Pagelle
Tabellino