Euro 2016, Bruno Conti: "Molte similitudini tra questa Italia e la squadra di Bearzot"

Il dirigente della Roma a 4-4-2: "La Germania è sempre un po' spocchiosa"

LaPresse

Si avvicina il match tra Germania e Italia, che parte sfavorita in questo quarto di finale ma è pronta a dare battaglia come avvenuto con la Spagna. "Vedo il collettivo - spiega Bruno Conti a 4-4-2 -. Vedo le stesse cose che vedevamo in Bearzot, le stesse similitudini. Io sono affascinato per esempio da un giocatore come Giaccherini. La Germania? Sono come sempre un po’ spocchiosi perché pensano di essere più forti, ma poi è il risultato a dirlo".

Brunto Conti sottolinea alcuni aspetti in comune l'Italia che vinse il Mondiale nel 1982: "Anche quello era un gruppo importante, avevamo anche noi il blocco Juventus. E' molto importante il lavoro che ha fatto Conte: si nota con chiarezza la compattezza che lega questa squadra, si vede un’Italia che si sacrifica, che si diverte e che fa anche divertire noi. E' il gruppo, non il singolo, che vince queste partite e Conte ha dato un’impronta importante in questo senso, c’è molto di lui in questa Nazionale. Il problema infortuni a centrocampo? Anche noi avevamo avuto l’infortunio di Antognoni e le uscite di Collovati, penso che Conte sappia gestire bene la situazione. Ci sono giocatori altrettanto motivati, non penso che uno o due elementi diversi che mancano facciano la differenza. De Rossi? Proverà in allenamento tra oggi e domani, ma non si può prevedere nulla".

TAGS:
Euro 2016
Italia
Bruno conti
Germania