Menu

Yuki Kawauchi, il samurai della corsa

Ecco chi è l'uomo che ha vinto a sorpresa la maratona di Boston

Yuki Kawauchi, il samurai della corsa

“Potrebbe suonare strano, ma queste per me erano le migliori condizioni possibili per correre". Parola di Yuki Kawauchi, 31 anni, vincitore della 122ª Boston Marathon, un'edizione che passerà alla storia per le condizioni meteo proibitive che si sono abbattute sui 27.000 partecipanti: dal cielo è scesa pioggia, vento, in alcuni momenti anche acqua ghiacciata e temperature prossime allo zero.

Una situazione che ha messo fuori gioco i favoriti della vigilia, ha scombinato i pronostici e ha consegnato il successo e la gloria a questo piccolo giapponese, atleta temprato dalle tante maratone corse in una carriera che lo ha visto scendere 78 volte sotto le 2:20’, risultato per cui è anche entrato nel Guinnes dei Primati. Detiene inoltre un primato personale sui 42,195 km di 2:08'37" stabilito alla Tokyo Marathon.

In terra d'Oriente Kawauchi è diventato famoso anche per un bizzarro record Mondiale. Vestito da impiegato, mocassini ai piedi, ha corso la mezza maratona di Kuki in 1:06’42”. Un abbigliamento non casuale per lui visto che non è un atleta a tempo pieno, ma è un impiegato statale e lavora 40 ore a settimana. Si allena nel tempo libero, una volta al giorno a differenza dei professionisti. Contrariamente a molti maratoneti nipponici, Kawauchi non gareggia per un team sponsorizzato da uno dei gruppi industriali giapponesi, che ingaggiano i migliori atleti del paese, ma corre per soddisfare la sua passione per il running. “Corro per mio interesse personale e per sfidare me stesso. Non voglio perdere la mia libertà”, ha più volte dichiarato.

Kawauchi, definito “citizen runner” (il cittadino corridore) per questo suo modo di essere è diventato in Giappone una vera e propria fonte di ispirazione per milioni di appassionati che vedono in lui un samurai della corsa capace di incarnare i valori di passione, amore, sacrificio e stoicismo.

"Nessuno qui avrebbe mai scommesso sulla mia vittoria - ha detto felice dopo il traguardo di Boston - Questa gara dimostra che in maratona tutto può succedere". Ed è proprio vero.

TAGS:
Yuki Kawauchi
Maratona
Boston
Running

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X