TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI
logo

Running

SportMediaset

L'ultratrailer Zanda: "Chiamatemi il Sardo Bionico: torno a fare sport e insegno ai bimbi"

L'atleta 60enne, sopravvissuto alla Yukon Artic Ultra, dopo l'amputazione dei piedi è ora in attesa dell'intervento agli arti superiori

L'ultratrailer Zanda: "Chiamatemi il Sardo Bionico: torno a fare sport e insegno ai bimbi"

Il Massiccione si è già auto-ribattezzato Il Sardo Bionico. Usa l'ironia Roberto Zanda, l'ultratrailer 60enne sopravvissuto ai meno 50 gradi della Yukon Artic Ultra: disperso per 17 ore con mani e piedi congelati, dopo essere stato miracolosamente salvato l’atleta cagliaritano era stato dapprima ricoverato ad Aosta - dove gli sono stati amputati gli arti inferiori - ed ora si trova al Cto di Torino dove nei prosismi giorni è in programma l’operazione alle mani.

"Ho tanta voglia di tornare a mangiare il pecorino, la salsiccia, e di bere un bicchiere di vino della mia Sardegna" ha raccontato dal suo letto di ospedale, sfoderando un sorriso sincero e un ottimismo contagioso. "Sono un paziente impaziente, che ha tanta voglia di normalità: voglio andar via di qua e ricominciare a fare sport. Perché io sono un uomo molto fortunato. E mi vanto delle mie protesi!".

E una nuova vita si profila all'orizzonte: "Sì, ma sempre facendo ciò che mi piace e parlando ai ragazzi: ho ricevuto tanti inviti, andrò nelle scuole per incontrare i bambini". Portando loro il suo insegnamento e trasmettendo i valori che lo hanno guidato nelle sue imprese: positività, dedizione, passione, sacrificio.

TAGS:
Zanda
Running
Ospedale
Maratona
Ultratrail

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X