TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI
logo

Running

SportMediaset

L'alimentazione dello sportivo: come comportarsi in gara

Meglio correre a stomaco vuoto e ingerire solo zuccheri liquidi

L'alimentazione dello sportivo: come comportarsi in gara

Come idratarsi e come alimentarsi durante la gara? In periodo di maratone questo è un tema dibattuto e che certo ha per ognuno delle risposte individuali. Mentre si gareggia è comunque opportuno non assumere alcunché di solido. Il perché ce lo spiega la scienza, che mette in evidenza come apparato muscolare e digestivo, per la loro intensa richiesta di sangue, non possano mai funzionare bene contemporaneamente. Se si provano ad assimilare cibi solidi e/o complessi sotto intenso sforzo fisico la digestione si bloccherà e si creerà un conflitto tra organi diversi. Se si tenta di effettuare una fatica intensa mentre la digestione è in corso, l’apporto di sangue ai muscoli risulterà troppo basso per consentire una buona prestazione, a causa del furto perpetrato da stomaco e intestino.

MEGLIO CORRERE A STOMACO VUOTO

Saggezza scientifica vuole, dunque, che sotto sforzo (e tanto più quanto più tale sforzo è intenso) lo stomaco sia completamente vuoto e non impegnato in processi digestivi. "Il corpo sotto sforzo non è in grado di assimilare nulla che gli sia fornito in forma solida - ci spiega meglio Luca Speciani medico esperto di alimentazione, responsabile nutrizionale della nazionale italiana di ultramaratona - l’unica cosa che accade a uno stomaco che riceve cibo solido sotto sforzo è che tale cibo rimane là fermo, senza scendere né salire, fino a che non vi saranno le condizioni di tranquillità (che noi medici chiamiamo di “dominanza del sistema nervoso autonomo parasimpatico”) che consentiranno la prosecuzione della digestione". "Ma non è tutto: la permanenza di quel cibo nello stomaco per alcune ore sottrae continuamente sangue ai muscoli, che si affaticheranno dunque prematuramente, non potendo ricevere (attraverso il sangue) tutto l’ossigeno necessario a muoversi. il conflitto sarà maggiore quanto più alta sarà la richiesta fisica e ancora maggiore quanto più complesso sarà il processo digestivo". Che durante una maratona non sia opportuno addentare un panino con porchetta e maionese (benché sorprendentemente, in Lombardia, vi sia una gara che la offre ai ristori) o un piatto di lasagne, sembra ovvio a tutti. Ma è ingenuo credere che una barretta energetica (che contiene grassi, proteine e zuccheri) o una fetta di pane e crema spalmabile al cioccolato siano molto più facili da assimilare. "Sotto sforzo si fermeranno tra il cardias e il piloro, al pari di un fritto misto. Una permanenza troppo lunga abbinata a uno sforzo troppo intenso può anche portare al vomito come tentativo estremo di pulizia gastrica". È quanto succede durante i trail ad alcuni atleti, che poi scomodano astruse spiegazioni senza vedere ciò che hanno sotto gli occhi: quelle barrette, quei panini, non andrebbero consumati in gara.

SOLO ZUCCHERI LIQUIDI

La soluzione unica applicabile, dunque, pare quella di alimentarsi in gara (posto che serva, quindi per prestazioni superiori alle 3 ore circa) solo con sostanze liquide: "le uniche in grado di attraversare rapidamente lo stomaco per la cosiddetta via breve, rendendo disponibile il proprio contenuto al duodeno e al resto dell’intestino, che potrà così assimilarlo".

TAGS:
Running
Alimentarsi

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X