Menu
HomeHome

Corsa, natura e fatica. Un fenomeno che piace sempre di più

Corsa, natura e fatica. Un fenomeno che piace sempre di più

Se amate il contatto con la natura, vi piacciono i percorsi impegnativi e non temete la fatica il trail running è la specialità della corsa che fa per voi.

Nel mondo della corsa italiana il trail running ha rappresentato il cambiamento più importante degli ultimi 10-15 anni e non sembra aver esaurito la capacità di contaminare molti runner trascinandoli dalla strada a contesti selvaggi e incontaminati. Le ragioni del successo del trail running riguardano soprattutto il piacere del contatto diretto con l'ambiente, ma il trail running è anche sfida dei propri limiti per dimostrare a sé stessi di essere in grado di superare qualunque ostacolo.

Ecco una serie di consigli pratici per avvicinarsi a questo nuovo modo di vivere lo sport che ha il rispetto dell'ambiente nella sua filosofia:

• La prestazione nel trail running deve rispettare 5 punti fondamentali: preparazione atletica, programmazione, nutrizione, equipaggiamento, mente.

• Quando il percorso raggiunge una pendenza eccessiva oppure il fondo diventa irregolare non esitate a smettere di correre e cominciate a camminare a passo sostenuto; così facendo si otterrà un notevole risparmio energetico unito ad un ottimo rendimento.

• Lasciar perdere il cronometro, provare a staccarsi dall'ansia prestativa e cercare piuttosto di sentire le sensazioni che provengono dal corpo.

• Scegliete percorsi adeguati alla vostra capacità ed esperienza. Tenete presente che, a parità di chilometraggio, un percorso di trail necessita di un tempo di percorrenza maggiore, come dimostra il fatto che una maratona media di trail viene vinta dai migliori atleti in poco più di tre ore, quindi circa un ora in più rispetto a una maratona su strada.

• Fate attenzione al fondo accidentato, specialmente su sentieri pietrosi e sporchi incombe il pericolo di procurarsi dei traumi, specie la distorsione alla caviglia, in quanto la corsa su strada asfaltata non allena le articolazioni periferiche a sopportare le sollecitazioni laterali.

• Se prevedete di stare fuori qualche ora dotatevi di uno zainetto o di un marsupio in cui riporre una bottiglietta di acqua, una barretta energetica, un gel, pane o biscotti o, in generale, qualsiasi cibo energetico e facilmente digeribile. Nel trail è abituale trovarsi nella necessità di mangiare e bere nel corso di una gara e di conseguenza occorre prepararsi a questa esigenza già nel corso degli allenamenti.

• Usare le scarpe giuste, quelle da trail. Sono scarpe più stabili, protettive e con buona aderenza e vi garantiscono una migliore tenuta sulle superfici sconnesse.

• Portate sempre nello zainetto, specie se andate in montagna, un minimo di equipaggiamento; giubbotto antivento e antipioggia, una maglia asciutta, una coperta di sopravvivenza, un fischietto, il telefono. Sono attrezzi che in genere contribuiscono ad appesantire lo zaino, ma quando servono, bisogna sempre averli appresso.

• Dedicatevi alle competizioni solo quando siete veramente sicuri di poterlo fare.

TAGS:
Running
Correre
Trail

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X