SportMediaset

OkNotizie

Lega Pro: escluse Spal, Foggia e Siracusa

Le tre società spariscono dal calcio professionistico: ripartiranno dai dilettanti

Un gruppo di tifosi della Spal. Foto www.imagephotoagency.it

Spal, Foggia e Siracusa spariscono dal calcio professionistico. Le tre società non hanno presentato la fidejussione per l'iscrizione al prossimo campionato di Lega Pro, il cui termine ultimo scadeva oggi alle 13: saranno quindi costrette a ripartire dai dilettanti (Serie D o Eccellenza). Particolarmente drammatica la situazione della Spal: la società ferrarese, che vanta una presenza assidua in Serie A negli anni Cinquanta e Sessanta, rischia il fallimento per non avere versato alla Federcalcio, entro i termini, circa tre milioni di euro per coprire i debiti accumulati. La scorsa stagione era stata molto travagliata per la Spal e si era conclusa con la retrocessione in Seconda Divisione.

Piange anche il Foggia, divenuto sinonimo di calcio spettacolo nei primi anni Novanta grazie a Zdenek Zeman. Il sindaco della società pugliese Gianni Mongelli ha attivato la procedura per l'assegnazione del titolo sportivo calcistico. Entro le ore 10 di venerdì 20 luglio dovranno essere inviate "manifestazioni di interesse di soggetti interessati a partecipare al prossimo campionato nazionale di calcio di Serie D".

Amaro il destino per il Siracusa. La squadra siciliana era approdata nel calcio professionistico tre anni fa, dopo un'infinita permanenza tra i dilettanti durata sedici anni. La stagione appena terminata, che nei progetti del presidente Salvoldi sarebbe dovuta culminare con la tanto agognata promozione in B, si è invece conclusa con la sconfitta ai playoff e la cancellazione dalla Lega Pro della società, impossibilitata a reperire i fondi per mantenere la categoria.

SportMediaset.it

Mappa del sito