HomeHome
Menu

Nazionale, Mancini si preoccupa: "Gli italiani non stanno giocando"

Il ct Azzurro traccia un primo bilancio dopo le prime tre giornate di campionato e prima degli impegni dell'Italia

Nazionale, Mancini si preoccupa: "Gli italiani non stanno giocando"

"Abbiamo convocato diversi giocatori (31, ndr) per ottimizzare il poco tempo che abbiamo, ma pochi giocatori italiani che stanno giocando, e questo potrebbe essere un problema". Intervenuto come ospite alla Domenica Sportiva, il ct della Nazionale, Roberto Mancini, sottolinea la difficoltà del suo lavoro, visto che pochi italiani stanno giocando titolari in serie A. "Ma ora c'è la Nations League e cercheremo di partire bene" ha aggiunto il ct.

La Nazionale è attesa dagli impegni contro Polonia (il 7 a Bologna) e Portogallo (il 10 a Lisbona). "Non sarà semplice contro i polacchi che hanno fatto un Mondiale mediocre ma sono una grande squadra. Però vogliamo partire bene, e mettere insieme una formazione competitiva in poco tempo e vincere".  Come vorrebbe far giocare Mancini la sua Italia? "E' presto per dirlo, i giocatori devono ancora arrivare. Conterà l'atteggiamento dei ragazzi, e che sia un atteggiamento offensivo. Il modulo è relativo, ma l'atteggiamento della squadra deve essere positivo".

Poi spiega la convocazione del romanista Nicolò Zaniolo, che non ha ancora giocato un minuto in Serie A. "Oltre a quelli conosciuti, abbiamo chiamato ragazzi che hanno fatto bene con le nazionali Under 19, Under 20 - ha detto il Mancio -. Ne chiameremo altri per capire cosa possono dare in futuro, ci vuole anche il coraggio di far giocare i giovani bravi se ci sono".

Poi ancora sulle convocazioni: "Abbiamo chiamato chi era già nel giro, chi ha giocato le ultime tre gare e aveva fatto bene - spiega -. Tempo non ne abbiamo, non ci sono giocatori italiani che giocano, abbiamo qualche difficoltà ma il fatto che possiamo lavorare in questi giorni e conoscere altri giocatori può essere importante. I giocatori esperti li abbiamo, se possiamo conoscerne anche altri va bene". Ma non poteva chiamare anche Cutrone? "Lui è un giocatore che fa gol - risponde Mancini sul giovane milanista -, vede la porta, ma non possiamo portarli via tutti all'Under 21. Speriamo che continui a far gol e a giocare".

TAGS:
Roberto mancini
Nazionale
Italia

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X