HomeHome
Menu

Nations League, tocca all'Italia: Mancini riparte da Balotelli con la Polonia

Inizia stasera a Bologna (ore 20:45) l'avventura azzurra. Bernardeschi unico dubbio di formazione per il ct

Nations League, tocca all'Italia: Mancini riparte da Balotelli con la Polonia

Tutto pronto a Bologna per l'esordio dell'Italia nella Nations League, per il ritorno della Nazionale al Dall'Ara (quasi esauriti i 26 mila posti) dopo quasi tre anni e per la prima partita ufficiale da commissario tecnico per Roberto Mancini. La Nazionale scende in campo contro la Polonia per la 15esima volta: nell'ultima occasione, nel 2011, gli azzurri vinsero 2-0 a Wroclaw con reti di Mario Balotelli e Giampaolo Pazzini. E proprio SuperMario sarà il punto di riferimento in attacco per il ct.

Il Mancio si affida agli uomini che conosce di più per cominciare col piede giusto nel girone 3 della Lega A contro una squadra in cerca di riscatto dopo l'eliminazione ai gironi di Russia 2018 e che ha sostituito Adam Nawalka con Jerzy Brzeczek, altro tecnico giovane e alla prima esperienza su una panchina di una nazionale.
I precedenti vedono l'Italia leggermente avanti con 5 vittorie e 6 pareggi su 14 incontri: solo una sconfitta, ma dolorosa, in partite ufficiali, cioè il 2-1 ai Mondiali del '74 per i bianco-rossi grazie ai gol di Szarmach e Deyna, inutile la rete di Fabio Capello in chiusura di partita. Mentre il ricordo più bello per gli azzurri è certamente il 2-0 nella semifinale di Spagna '82 con la doppietta di Paolo Rossi.

E a proposito di campioni del mondo, sarà la prima volta dopo 93 gare ufficiali in cui nessuno degli eroi di Germania 2006 scenderà in campo: a sostituire Buffon e De Rossi (gli ultimi due rimasti fino all'addio di maggio) ci saranno gli eredi designati Donnarumma e Jorginho. Capitan Chiellini comincerà da stasera, ore 20:45, a fare da chioccia a un gruppo di giovani che "non devono avere paura di sbagliare", come ha detto Mancini presentando la partita, e che devono provare a far risalire la Nazionale. Soprattutto nel ranking Fifa, che vede la Polonia tre gradini più in alto (18° posto contro il 21° degli azzurri) e nella possibilità di ottenere una qualificazione ai prossimi Europei tramite la Nations League, dove è vietato sbagliare, per non retrocedere nella Lega B.

B come Bernardeschi: il fantasista della Juventus è il giocatore a cui ruota sostanzialmente l'unico dubbio di Mancini. A centrocampo al fianco di Jorginho e Pellegrini o davanti con Balotelli e Insigne? Mancini lo ha provato in entrambi i ruoli, a sinistra nel primo caso, a destra nel secondo. I sacrificati sarebbero uno tra Benassi e Gagliardini in mediana o Chiesa in attacco. Per il resto, il 4-3-3 si completa con Zappacosta a destra, Biraghi a sinistra e Bonucci a ricomporre la consolidata coppia centrale con Chiellini.

Nella Polonia troveranno sicuramente spazio gli "italiani" Szczesny, Bereszynski e Linetty, mentre Milik spera di vincere il ballottaggio con Frankowski e Klich e trovare posto nel tridente d'attacco con il compagno di squadra al Napoli, Zielinksi. Altrimenti sarà 4-2-3-1 con capitan Lewandowski unica punta supportato anche dall'ex viola Blaszczykowski.

TAGS:
Nations league
Nazionale
Italia
Polonia
Mancini
Balotelli

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X