TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI

SportMediaset

MotoGP, ufficiale: Rabat con la Ducati Avintia per il 2018

Lo spagnolo prenderà il posto di Barbera, ancora incerto il suo futuro compagno di team

Rabat, Esponsorama.ad

Un'altra ufficialità per il Motomondiale 2018: Tito Rabat correrà con la Ducati del team Reale Avintia Racing nella prossima stagione. Lo spagnolo torna dunque nella squadra, guidata dal team manager Raul Romero, che lo ha lanciato nel 2005 e avrà a sua disposizione una Desmosedici GP17, quella guidata quest'anno da Dovizioso, Lorenzo e Petrucci. Rabat è stato campione del mondo in Moto2 nel 2014 con il team Marc Vds, prima di passare in MotoGP nel 2016.

Resta incertezza per quello che riguarda il suo compagno di box. A fargli posto sarà certamente Hector Barbera (si parla di un suo ritorno in Moto2), ma non è ancora sicura la conferma di Loris Baz, con il team che sta valutando anche l'ingaggio del belga Simeon, attualmente in Moto2. Questo, al momento, l'unico punto di domanda riguardante la griglia di partenza del mondiale 2018.

Le altre ufficialità arrivate in questi mesi sono quella di Scott Redding al fianco di Aleix Espargaro in Aprilia (con Lowes destinato a lasciare la MotoGP), di Jack Miller al fianco di Petrucci in Pramac (proprio al posto di Redding) e di Franco Morbidelli e Thomas Luthi entrambi promossi nella classe regina con il team Marc Vds, in sostituzione proprio di Miller e Rabat.

TAGS:
MotoGP
Rabat
Ducati
Avintia

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X