MotoGP, Stoner lascia la Honda e torna in Ducati: sarà il collaudatore

L'australiano ingaggiato anche come testimonial, ma il sogno degli appassionati è quello di vederlo di nuovo in gara

Ora è ufficiale. Casey Stoner torna in Ducati, con il ruolo di collaudatore MotoGP e testimonial. Ratificato anche l'addio alla Honda dopo 5 anni. "Casey è sempre rimasto nel cuore dei Ducatisti e sono entusiasta che abbia deciso di tornare a far parte della nostra famiglia", ha detto Claudio Domenicali, a.d. di Ducati. "Ci metterò tutto il mio impegno", ha dichiarato l'australiano. Il vice presidente HRC Nakamoto: "Ci lascia grandi ricordi"

Dal prossimo anno il campione australiano diventerà testimonial Ducati, un ruolo che prevede la sua presenza anche al tanto atteso World Ducati Week, in programma dal 1° al 3 luglio. Inoltre nel 2016 Stoner prenderà parte ad alcuni test MotoGP con il Ducati Team. Domenicali spiega: "Ha un talento straordinario e con la sua esperienza saprà dare un importante contributo a Gigi e ai nostri due Andrea per lo sviluppo della Desmosedici in MotoGP". Ma la domanda che tutti gli appassionati si fanno è questa: Stoner tornerà anche a correre? Lui ha sempre detto di no, ma la sua partecipazione alla 8 Ore di Suzuka della scorsa estate e il desiderio di sostituire l'infortunato Pedrosa ad Austin confermano che Casey non ha perso l'adrenalina. Chissà che il ritorno al suo vecchio amore non lo convinca a rilanciare la sfida a Rossi e C. Almeno ogni tanto, come wild-card.

STONER: "FANTASTICO TORNARE IN DUCATI"

Stoner si è detto entusiasta: "Gli ultimi cinque anni con HRC sono stati una grande esperienza per me. Ho vinto il mio secondo titolo mondiale con loro nel 2011, ho trovato molti amici ed ho stabilito rapporti duraturi nel tempo. Per il 2016 sono davvero emozionato di tornare a far parte del Ducati Team! Ho tanti bei ricordi degli anni in cui ho lavorato con Ducati e l'occasione di poter di nuovo collaborare con loro è davvero speciale. Gigi Dall'Igna ha portato con sé un nuovo approccio e non vedo l'ora di poter aiutare Andrea Dovizioso, Andrea Iannone e il Ducati Team: ci metterò tutto il mio impegno. Ducati e i suoi tifosi sono stati davvero importanti nella mia carriera, e sarà fantastico ritrovarli e iniziare un altro capitolo della mia vita con questo marchio così affascinante".

IL SALUTO DELLA HONDA

"Abbiamo grandi ricordi di Casey. Dal momento in cui è arrivato nel 2011 in Repsol abbiamo avuto un ottimo rapporto e abbiamo sempre avuto proficue discussioni di carattere tecnico e sulle corse. Il Mondiale 2011 è stato un momento speciale. Vogliamo ringraziarlo per tutto quello che ci ha dato negli ultimi 5 anni e gli inviamo un grandissimo in bocca al lupo", il saluto della Honda attraverso Nakamoto.

I SUCCESSI IN DUCATI

Nato il 16 ottobre 1985 in Australia, a Southport nello stato del Queensland, Casey Stoner ha vinto due titoli mondiali nel Campionato MotoGP (2007, Ducati; 2011, Honda) ed è considerato uno dei piloti più veloci e talentuosi nella storia del motociclismo. Il suo primo titolo risale al 2007, anno in cui ha vinto il Campionato con la Ducati Desmosedici GP riportando dieci vittorie in diciotto gare. Questi risultati hanno contribuito anche al successo della Casa di Borgo Panigale nella classifica Costruttori. Fra il 2007 e il 2010 il pilota australiano ha vinto in totale ventitré gare con Ducati.

TAGS:
Casey stoner
Hrc
Ducati

Argomenti Correlati

VOTATE

MotoGP, Stoner torna alla Ducati come collaudatore: lo rivedremo anche in gara?

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X