MotoGP, Spielberg: Iannone si prende la pole

Prima fila tutta italiana con Rossi e Dovizioso

di NICCOLO' DE CAROLIS

Nel GP d'Austria la Ducati conferma la sua superiorità e agguanta la pole position con Andrea Iannone (1'23"142). Un super Valentino Rossi (+0.147) si infila tra le due rosse e conquista un'importantissima prima fila. Dopo Andrea Dovizioso ci sono gli altri pretendenti al titolo: quarto a +0.219 un Jorge Lorenzo ritrovato, mentre Marquez nonostante la caduta della mattina chiude quinto. La seconda fila è chiusa dalla Suzuki di Maverick Vinales.

Alla fine la Ducati rispetta i pronostici e riesce a centrare la sua seconda pole position stagionale, dopo quella di Dovizioso ad Assen. Ma il distacco dai rivali non è così marcato come ci si aspettava. Al momento della verità i campioni vengono sempre fuori e Rossi, Lorenzo e Marquez riescono a ridurre di molto il gap dalle moto di Borgo Panigale. In particolare Valentino arriva a sfiorare la pole position che sarebbe stato un vero miracolo. Il pesarese, come suo solito, parte piano e dopo il primo time attack accusa circa mezzo secondo di ritardo. Gli ultimi tre giri però sono fantastici, uno meglio dell'altro e alla fine solo l'ultimo passaggio di Iannone lo toglie dalla prima casella.

Se la prrima fila è tutta italiana, la seconda è tutta iberica. Jorge Lorenzo sembra finalmente ritornato se stesso e riesce a battere il leader della classifica Marquez. Quella dello spagnolo della Honda non può essere però considerata una sconfitta, perché Marc ha saltato tutte le libere 3 subendo una forte contusione alla spalla sinistra. La grande delusione del giorno è invece dani Pedrosa (12°) che non è ancora sceso in pista in Austria. Per la gara i piloti dovrebbero avere dalla loro il sole a scaldare l'asfalto e per la vittoria è difficile identificare un favorito, considerato anche che qui non si corre da 19 anni. Nelle libere 4 le Ducati hanno mostrato di avere un altro passo rispetto a tutti ma, come detto prima, in gara Rossi, Marquez e Lorenzo riescono sempre a fare un salto di qualità. Su Iannone e Dovizioso poi ci sarà una grande pressione, perché entrambi sanno che questa è l'occasione più ghiotta per interrompere un digiuno che dura ormai da quasi sei anni.

TAGS:
MotoGP
Austria
Yamaha
Honda
Ducati
Rossi
Marquez
Lorenzo

Argomenti Correlati

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X