MotoGP, Rossi: "Per battere Lorenzo mi mancano 4-5 decimi"

"Domani dovremo migliorare o in gara non potrò stargli vicino"

Rossi (IPP)

Valentino Rossi, dopo le qualifiche del GP di Aragon, è sincero: "Sul passo sono 4-5 decimi più lento rispetto a Lorenzo. Dobbiamo migliorare domani o non riuscirò a stargli vicino. La realtà è che al pomeriggio peggioro rispetto alla mattina, la gomma anteriore degrada troppo e fatico a tenere il ritmo". Contento invece Lorenzo: "Stiamo arrivando a livelli altissimi, sono orgoglioso di questa moto. Ma domani il degrado deciderà la gara".

Rossi comunque rifiuta l'idea di impostare la gara sul ragionamento: "Sono pur sempre in seconda fila, e ad Aragon le prime due file sono buone. Nel primo giro e nella prima curva, che è molto stretta, possono cambiare molte cose. Detto questo davanti ci sono anche Pedrosa, Espargarò e Iannone che sono molto veloci. Quindi fare calcoli sarà inutile, dovremo solo dare il massimo. Stamattina non era andata male, ma al pomeriggio è emerso questo problema sull'anteriore. Con il caldo infatti il degrado è superiore, mentre i migliori restano più veloci di me anche con pneumatici usati. Faccio anche fatica in frenata, sono troppo al limite. Per stare nelle linee devo andare troppo piano, appena forzo un po' vado largo e faccio fatica in uscita. Dobbiamo riuscire ad alzare questo limite per poter attaccare di più".

Chi sembra non avere problemi di assetto è Jorge Lorenzo: "Come livello di guida e precisione stiamo raggiungendo limiti impensabili. E certamente aiutano le gomme e la moto, perciò sono davvero contento del lavoro del team. Senza un Marc così esplosivo e veloce, comunque, avrei conquistato una pole con ampio margine. Questa è una pista difficile, quindi dopo aver stampato un tempo così si può solo essere contenti e orgogliosi. Questa storicamente non è una pista amica della Yamaha. La Honda è molto forte e la differenza potrebbe farlo il comportamento della gomma posteriore. Dietro loro sono più aggressivi, dopo 10 giri vedremo cosa succede".

Nonostante la pole, invece, Marc Marquez non si monta la testa: "Ho visto che il primo è stato già un bel giro, ma non mi aspettavo fosse tanto veloce. Nel secondo tentativo, poi, ho commesso qualche errore. Con il terzo pneumatico invece ho spinto un po' di più, perché ho visto che Lorenzo era vicino. Però l'ho fatto nella curva sbagliata, la prima a destra, con la gomma che era ancora troppo fredda. E così sono caduto. Il nostro passo gara sarà interessante, ma centrare il podio sarà difficile. Oltre a Jorge anche Dani è forte. Valentino al momento è un passo dietro, ma con lui non si sa mai. Alla domenica fa sempre un passo in avanti. Ci serviranno un bel warm up e un'ottima partenza".

In casa Ducati gli umori che si respirano sono diversi. Sorride e spera Andrea Iannone: "Questa prima fila è stata costruita nell'arco del weekend. Ieri non avevamo avuto una partenza brillante, da stamattina invece abbiamo migliorato molto. Purtroppo in MotoGP le sorprese scarseggiano, quando capisci quale sia la giusta direzione da prendere è quasi facile trovare la moto adatta. Ieri abbiamo capito quale strada percorrere e ce l'abbiamo fatta. Il podio? E' un sogno, ma manca ancora qualcosina. Il passo non è male, domani lavoreremo per tentare di centrare le prime tre posizioni". Sogno molto più difficile per Andrea Dovizioso, decisamente sconfortato: "Ripartire da zero sarebbe bello, ma non esistono bacchette magiche. Dobbiamo capire cosa c'è che non va. Dal punto di vista delle tarature non siamo tagliati fuori, nella FP4 ci eravamo avvicinati. Potevamo essere tra i primi del secondo gruppetto. Nel secondo tentativo della Q1 nelle prime due curve a destra la gomma non era al massimo. Ma non cerchiamo scuse, le prime tre file erano alla nostra portata. Il nostro passo non è male, ma dobbiamo fare di più".

Infine resta sulla cresta dell'onda Danilo Petrucci: "Sapevamo di essere veloci sin da stamattina, ma con la gomma fredda sono caduto in Curva 2. La Q1 è sempre un grande scoglio da superare, ma conoscevamo la nostra forza. Anche con il pieno la gomma è divertente da guidare, sono positivo. Domani in gara puntiamo a entrare nei primi 10".

TAGS:
MotoGP
GP Aragon
Rossi
Marquez
Lorenzo
Iannone
Dovizioso

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X