MotoGP, Marquez si difende: "Quello che dice Rossi non mi preoccupa. Mai fatto cadere apposta un rivale"

Lo spagnolo: "Con Valentino c'è stato un contatto dovuto alla pista bagnata. Senza pioggia non sarebbe successo"

Foto Ansa

"Quello che dice Rossi non mi preoccupa per niente. Non mi è mai successo di far cadere apposta un rivale". Marc Marquez si difende così di fronte alle pesanti accuse di Valentino Rossi, che lo ha duramente attaccato dopo l'incidente a tre giri dalla fine del GP d'Argentina. "Io sono onesto, il mio non è stato un errore intenzionale - ha proseguito lo spagnolo - C'è stato un contatto dovuto alla pista bagnata. Senza la pioggia non sarebbe accaduto".

"C'era lo spazio per passare ma la mia ruota si è bloccata sull'asfalto bagnato - ha proseguito il campione del mondo in carica di MotoGP per spiegare l'accaduto - Stavo per cadere e c'è stato il contatto. E' successo anche a Zarco con Pedrosa e Espargaro con Petrucci. Sono andato alla Direzione Gara per chiedere informazioni, ma mi hanno lasciato fuori. Non ci ho capito niente. Non dirò nulla su Rossi, è qui da 25 anni e spero che la gente se lo ricordi".

Su quanto accaduto in griglia di partenza: "Alla fine e' stata una domenica difficile, ho avuto il problema in partenza, quando mi si è spento il motore e ancora dobbiamo capire il perché. Ho ripreso la moto ed è lì che è successo il casino. Ho chiesto agli ufficiali di gara cosa dovevo fare con la moto accesa, se potevo rimanere sulla griglia o no. Il primo non sapeva cosa rispondermi, un altro è andato via. Io ho capito che sarei potuto rimanere sulla griglia. Il ride through? Non ho capito perché, mi è sembrato esagerato".

TAGS:
Motogp
Gp argentina
Marquez
Rossi

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X