MotoGP, Livio Suppo: "Brutto clima creato da Rossi"

Il direttore sportivo della Honda HRC: "Marquez incavolatissimo, sapeva gli avrebbero rotto le scatole. Ma queste dietrologie hanno fatto perdere serenità e non le abbiamo create noi"

Suppo (IPP)

Livio Suppo alza la voce e se la prende con Valentino Rossi dopo il GP di Valencia. Queste le parole del direttore sportivo della Honda HRC: "So che gli italiani non ci crederanno, ma Marc voleva stare davanti a Lorenzo. Era talmente incavolato che mi ha detto che dopo la gara gli avrebbero rotto le scatole. Non è stupido. Abbiamo portato via punti a tutti, ma ci sono dietrologie che ci dispiacciono. E questo clima non l'abbiamo creato noi".

Il dirigente del team nipponico spiega: "Marc aveva una tattica, quella di provarci all'ultimo giro. Ma con Pedrosa si sono disturbati a vicenda, perché sono pur sempre avversari. Abbiamo fatto 18 gare e non abbiamo mai fatto distinzioni di nessun genere. Ma si è persa serenità, e a creare questo clima non siamo certo stati noi. Abbiamo fatto il massimo, ma era difficile restare tranquilli in questa situazione. Oltretutto bisogna ricordare che, per gli interessi di Valentino, Marc e Dani potevano potenzialmente trasformarsi nei migliori avversari possibili. Solo che Lorenzo ne ha avuto di più. Sepang? A fare traiettorie cattive erano in due, così come erano in due a non voler mollare la posizione".

TAGS:
MotoGP
GP Valencia
Suppo
Honda
Rossi

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X