MotoGP, le pagelle dell'Argentina: tre a Iannone che fa un regalo a Rossi

Marquez è tornato, male Lorenzo e peggio fa la Michelin

di LUCA BUDEL

MotoGP, le pagelle dell'Argentina: tre a Iannone che fa un regalo a Rossi

MARC MARQUEZ – VOTO 9 Alla faccia del momento critico della Honda. Vive momenti complicati solo nella prima metà della gara. Poi asfalta la concorrenza con la facilità imbarazzante che riusciva a mettere sull’asfalto fino a due anni fa.

VALENTINO ROSSI – VOTO 7,5 Assapora la domenica di festa fino al cambio di moto, poi le sue prestazioni crollano all’improvviso. Il regalo più bello gli viene consegnato dall’amico del ranch che buttando giù la Ducati gemella gli regala la piazza 2.

ANDREA DOVIZIOSO – VOTO 8
Il secondo posto era lì vicino, quasi lo stava toccando. Sarebbe stato il premio più che giusto dopo aver messo sotto pressione Rossi e essere stato sempre davanti al compagno di squadra.

DANI PEDROSA – VOTO 6 Sale sul podio da miracolato, ma offre ancora l’impressione di essere rassegnato al ruolo di valletto di Marquez beccando distacchi da misurare con la clessidra.

ANDREA IANNONE – VOTO 3
Si è steso in Qatar, ma almeno lo aveva fatto da solo. In Argentina si è superato centrando in pieno l’incolpevole Dovizioso, distruggendo così una domenica che, senza la sua vaccata, per la Ducati avrebbe avuto ben altro sapore. Si è chiusa la vena? Boh! L’entrata sull’omonimo denota poca intelligenza agonistica e un rispetto della squadra a un livello ancora più basso.

JORGE LORENZO – VOTO 4 Scompare all’improvviso prima di assaggiare l’asfalto. Conseguenze della vita da potenziale separato in casa Yamaha? Nel dubbio siamo alle prese con un disastro.

MICHELIN – VOTO 2 (DI STIMA) I gommisti francesi riescono a replicare un’impresa simile a quella del 2005 in F.1. Allora a Indianapolis corsero appena 6 macchine, quelle gommate Bridgestone, perché il prodotto francese andava letteralmente a pezzi. In Argentina hanno gareggiato tutti, ma in condizioni assolutamente ridicole. In ballo ci sono sicurezza dei piloti e uno spettacolo che dovrebbe avere un minimo di credibilità.

TAGS:
MotoGP
Pagelle
Argentina
Rossi
Lorenzo
Ducati
Marquez
Iannone
Dovizioso

Argomenti Correlati