MotoGP, la Repsol minaccia l'addio: "Rossi antisportivo"

Il main sponsor Honda sul contatto con Marquez: "Senza amicizia e impegno dei piloti, inutile partecipare allo sport"

Marquez-Rossi, foto IPP

Mancava un solo tassello per completare la bagarre Rossi-Marquez: gli sponsor. Ci ha pensato Repsol a rompere il silenzio con un durissimo comunicato, minacciando l'addio dal motomondiale: "A Sepang, Rossi ha tenuto un comportamento inaccettabile e antisportivo contro Marquez, mettendolo in pericolo: senza valori come amicizia, agonismo e impegno dei piloti, non avrebbe senso partecipare allo sport come sponsor"

Il colosso petrolifero spagnolo si schiera, come prevedibile, con il suo pilota di punta e tra le righe del comunicato fa capire che la punizione data a Rossi non è sufficiente: "Al settimo giro della gara l'Italiano - in un'azione assolutamente intenzionale - ha calciato in modo antisportivo il pilota Repsol Honda facendolo cadere in terra".

Il comunicato prosegue: "Anche se Marquez è fortunatamente uscito illeso dall'attacco, per Repsol il comportamento di Rossi è assolutamente inaccettabile perché ha messo in pericolo - in modo premeditato e antisportivo - la sicurezza del pilota del team Repsol Honda. La Repsol considera questo un atto antisportivo incompatibile con i valori dello sport e della competizione".

Infine: "Repsol è profondamente rattristata dell'esistenza di situazioni come quelle che si sono verificate a Sepang, in particolare in quanto la società si sente orgogliosa dei valori sportivi: amicizia, agonismo e l'impegno dei piloti. Senza questi valori, non avrebbe senso per Repsol partecipare allo sport come sponsor"

TAGS:
MotoGp
Repsol
Honda
Marc Marquez
Valentino Rossi

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X