MotoGP in Argentina, Rossi: "Difficile battere Marquez"

Il pilota italiano della Yamaha teme lo spagnolo in vista della gara di domani: "L'importante è il podio". Marquez, però, è caduto due volte: "Devo stare attento"

MotoGP in Argentina, Rossi: "Difficile battere Marquez"

In Argentina sul circuito di Termas de Rio Hondo Marquez è senza dubbio l'uomo da battere. Anche Valentino Rossi, in vista della gara di domani, teme lo spagnolo: "Sarà dura stargli davanti, l'importante è il podio". Il numero 93 della Honda, però, è anche caduto due volte: "Domani devo stare attento". Lorenzo, terzo, è preoccupato per l'esplosione della gomma di Redding: "La Michelin deve lavorare tanto perché queste cose non succedano più".

Valentino Rossi chiude la giornata di sabato con un risultato inaspettato: "1'39"700 è buono, sono stato fortunato perché ho fatto un giro pulito senza nessuno davanti. Il miglioramento del grip è stata una carta fondamentale, però noi abbiamo anche messo a posto la moto. La Yamaha si guida bene e ho anche un buon passo gara. Per la vittoria sarà dura perché Marquez è un po' più veloce, ma l'importante è lottare per il podio". Fondamentale sarà la decisione della Michelin, che dovrà dare il via libera o meno all'utilizzo della morbida: "Le M1 vanno meglio con la morbida dietro, ma dovremo aspettare la decisione della Michelin. La prima fila è un buon risultato, anche se essere tra Marquez e Lorenzo e avere un gruppo di scalmanati dietro non è mai rassicurante".

Sunito dietro il pesarese c'è Jorge Lorenzo: "Non male, rispetto a ieri molto meglio. Eravamo davvero preoccupati per l'asfalto, ma il circuito è migliorato e ora siamo più competitivi. Se potessi domani sceglierei la morbida". I tempi dicono che Marquez è il grande favorito, ma lui preferisce volare basso: "Andare via domani sarà difficile, ma vediamo. Mi sento abbastanza bene con la morbida dietro, con la dura non andavo tanto". Le Ducati partiranno dalla seconda fila, con Iannone che non è ancora soddisfatto dei miglioramenti raggiunti: "Non abbiamo sfruttato al meglio la qualifica. Siamo arrivati un po' tardi, stiamo rincorrendo. Con il grip che abbiamo in questo momento non riusciamo a sfruttare il mio punto di forza che è la percorrenza in curva".

TAGS:
MotoGP
Yamaha
Argentina
Rossi
Lorenzo
Marquez
Ducati