MotoGP, è caos gomme in Argentina: gara con stop obbligatorio o ridotta a 10 giri

Pioggia durante il warm-up: non si potrà utilizzare la Michelin "speciale"

(IPP)

E' caos in Argentina. Dopo il problema alla gomma posteriore di Redding durante le prove del sabato, la Michelin ha deciso di ritirare entrambe gli pneumatici slick, fornendone a tutte le squadre uno nuovo "speciale". Il problema è che nessuno ha potuto provarli perché durante il warm-up è piovuto. A questo punto la gara della MotoGP di Termas de Rio Honda sarà completamente rivoluzionata.

Due le ipotesi adesso. Se la corsa si disputerà sull'asciutto, la distanza sarà ridotta a 20 giri con uno stop obbligatorio a metà per il cambio gomme. In caso di partenza bagnata, con la pista che andrà poi ad asciugarsi, la direzione gara esporrà invece la bandiera rossa per una nuova partenza con gara di 10 giri. Insomma, una confusione senza limite, che di sicuro penalizzerà spettacolo e piloti.