MotoGP al Sachsenring, Rossi: "Prima fila fortunata"

Valentino: "Sono rimasto bloccato nel traffico, meno male che nessuno mi ha battuto"

MotoGP al Sachsenring, Rossi: "Prima fila fortunata"

Valentino Rossi rimane imbottigliato nel traffico in qualifica, ma riesce comunque a centrare una prima fila a quel punto insperata: "Partire in prima fila è molto importante. Sono stato anche fortunato, perché con la seconda gomma ho trovato traffico, ma nonostante questo nessuno mi ha battuto. Avevo un pelino in più da dare, potevo partire anche secondo, ma va bene così. Rispetto a venerdì è cambiata stagione più che giorno".

"Oggi era un'altra pista - continua il pesarese - ieri non riuscivamo a mettere la gomma in temperatura e guidare era pericoloso e frustrante. In condizioni normali penso di poter fare una bella gara, ma Marquez mi sembra un po' più veloce. Quello che mi interessa è guidare bene e finire sul podio. Per quanto riguarda Lorenzo, al contrario di me non è riuscito a fare quello step rispetto a ieri, c'è da dire però che prima della caduta stava andando bene. Quando devi inseguire, in un weekend della MotoGP, è molto difficile ritornare davanti. Spero possa essere un'occasione per guadagnare punti su di lui e su Pedrosa che partiranno dietro".

Marc Marquez è secondo tutti il grande favorito, ma lui non si sente al sicuro: "Stiamo migliorando, ma abbiamo ancora qualcosa da sistemare, come sempre in uscita di curva. Venerdì ho detto che Rossi non era lontano e oggi lo dico di nuovo: il distacco nelle qualifiche non è veritiero, Valentino è vicino e sta andando molto forte. Domani con gara asciutta sarà una lotta dura con lui e anche con Pedrosa. Lorenzo in questo weekend sta facendo fatica, per questo dobbiamo provare a guadagnargli punti".

Qualifiche deludenti per i due ducatisti ufficiali, che sono stati infilati da Barbera e Petrucci. "Mi spiace come sia andata la qualifica - spiega Iannone - perché anche in fp4 abbiamo mostrato un passo incredibile. A causa della caduta ho usato una sola gomma e non sono riuscito a limare quei decimi fondamentali. Io comunque ce l'ho messa tutta, ho sempre il problema con il davanti, sento poco grip e questo mi penalizza tanto. Io però non mollo e quando vedo che c'è la possibilità do il massimo, magari a volte si potrebbero evitare delle scivolate ma io sono fatto così". Anche Andrea Dovizioso ha commesso degli errori che non lo hanno fatto andare oltre la settima posizione: "In qualifica non ho fatto un gran giro, potevo fare meglio. A parte questo il turno 4 non è andato male, non siamo i più veloci ma siamo nel gruppo. Stiamo andando meglio di quello che ci potevamo aspettare su questa pista".

Ha vissuto un sabato difficile, invece, Jorge Lorenzo. "Tre errori non sono una cosa normale per me, ma è successo. Sono dispiaciuto per le cadute e la poszione, ma ho potuto intravedere un grande miglioramento. Avrei potuto fare 1'21"5 o 1'21"4. Con una gomma usata ho girato in 1'22"0 e con una nuova avrei potuto essere in prima o seconda fila, ma sfortunatamente non sono riuscito a finire il giro", ha ammesso.

TAGS:
MotoGP
Sachsenring
Yamaha
Honda
Ducati
Rossi
Marquez
Lorenzo