MotoGP a Le Mans, Rossi: "Sono stato poco concreto"

Il pesarese: "Eravamo veloci ma ho sbagliato". Lorenzo: "La gara è un'altra cosa"

MotoGP a Le Mans, Rossi: "Sono stato poco concreto"

Il weekend di MotoGP era partito in salita per Valentino Rossi già da venerdì e oggi in qualifica il pesarese non è andato oltre il settimo tempo. Sul circuito di Le Mans sarà davvero complicato battere Lorenzo: "Oggi siamo riusciti a essere più veloci, ma non siamo stati abbastanza concreti per partire davanti. Avevamo una strategia ma abbiamo sbagliato e sono rimasto incasinato nel traffico. Come passo non sono messo male, ma con la terza fila sarà più dura".

"Nel giro buono ho preso Vinales, avevo un altro giro per provare ma nel T3 ho sbagliato e sono andato largo. Il potenziale era per entrare nei primi cinque ma non ce l'abbiamo fatta. In gara sarà difficile lottare con le Ducati perché vanno forte nel dritto, ma sarà difficile con tutti, anche con Espargaro che ha un buon passo. Lorenzo e Marquez hanno qualcosa in più, se riusciamo a migliorare entro domani si può fare bene, altrimenti sarà dura".

Sorride invece il compagno di squadra Lorenzo che in qualifica è andato come un matto: "E' stato un giro fantastico, molto di più di quello che mi aspettavo. La chiave è che abbiamo lavorato bene con un'ottima base, perché fin da venerdì siamo andati forte. Poi piano piano abbiamo migliorato tutti i piccoli dettagli, in ogni curva, per andare più veloce ogni sessione". Jorge mentre saliva in moto per il secondo tentativo, si è fermato ed è tornato ai box dopo aver visto Rossi: "Bisogna scegliere il momento giusto per tornare in pista - spiega Lorenzo - io voglio la strada libera e in più evito che qualcuno segua la mia scia. Risultato già scritto per domani? Non credo, ho fatto più di 100 gare e a volte pensi di fare la differenza e poi finisci terzo o quarto. Una cosa sono le prove, un'altra la gara. Ovviamente se continuiamo così è difficile che altri possano seguire il mio passo".

Nonostante i problemi alla Honda, Marquez si è garantito un ottimo secondo posto in griglia: "Nelle libere 4 ho avuto un buon feeling con la moto, ma Jorge è 4 decimi più veloce e credo che domani avrà il ritmo migliore, poi vediamo che succede. Dietro di lui c'è un gruppo interessante: ci sono io, Vale, le due Ducati e Pol Espargaro. Domani il podio sarebbe una buona cosa. Stasera lavoriamo per fare un altro step e vediamo se riusciamo a essere più vicini a Jorge".

Per il podio di domani ci sono anche le Ducati: "Sono arrivato lungo nel giro buono - spiega Dovizioso - sennò potevamo essere in prima fila. Fortunatamente qua la partenza è lunga e con la nostra potenza possiamo recuperare. Siamo tanti piloti con un passo simile, vediamo chi sarà più costante da metà gara in poi dove ci sarà un degrado delle gomme". Iannone proverà a infilare subito Marquez e Lorenzo: "Qualifica positiva, siamo riusciti a fare un ottimo lavoro. Peccato perché abbiamo avuto un piccolo problema e questo ci ha causato la scivolata. Avevo una spia accesa, ma non so di preciso cosa sia successo. Domani sarà dura battere Lorenzo, ma in MotoGP non c'è mai niente di facile. Speriamo che in gara Jorge vada più piano, non si sa mai".

TAGS:
MotoGP
Le Mans
Yamaha
Ducati
Honda
Rossi
Lorenzo
Marquez
Iannone
Dovizioso