TGCOM24
LE NEWS IN TEMPO REALE 24 ORE SU 24. VIDEO, CRONACA, TELEVISIONE, SPORT, MOTORI, VIAGGI
logo

SportMediaset

La missione di Rossi: trasformare l'impossibile in possibile

A 38 anni e mezzo il pesarese vuole continuare a stupire il mondo

di LUCA BUDEL

La missione di Rossi: trasformare l'impossibile in possibile

Hai 38 anni e mezzo. Hai corso 360 gare nel Mondiale, vincendone 115 e mettendo assieme 226 podi complessivi. Il tutto per 9 titoli mondiali. Cifre utili a consigliare un minimo di prudenza al personaggio in questione che 19 giorni fa si è fratturato tibia e perone. Ma se ti chiami Valentino Rossi e il pensiero fisso è correre in moto, mestiere che ti diverte ancora tanto, non puoi pensare di essere alle prese con una persona normale. L’uomo, si perché ormai da un po’ di anni Rossi è entrato nell’età adulta, ragiona ancora come un ragazzo, quello che ha iniziato a stupire il mondo oltre vent’anni fa.

La fame è rimasta la stessa, integra nonostante l’anagrafe. Così Valentino - con la ferita ancora fresca e i chiodi nella gamba - ci vuole provare a tutti i costi. Di negativo ci sono i  -42 in classifica nei confronti di Dovizioso e Marquez. Un ritardo che vista la fretta di tornare in sella Rossi considera non impossibile da recuperare. Da una parte c’è la consapevolezza dei mesi e degli anni che passano, appannando in qualche modo il talento cristallino del campione, dall’altra la voglia di battere anche il dolore e provarci fino alla fine. Certo se Rossi dovesse correre ad Aragon non si tratterebbe della prima volta per un pilota infortunato. Il numero riuscì a De Puniet qualche anno fa. Ma se siamo alle prese con quello che molti giudicano il più grande di tutti i tempi, la missione compiuta scriverebbe un’altra pagina nella storia infinita di Valentino.

TAGS:
MotoGP
Rossi
Misano
Yamaha
Aragon

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X