Ducati, rifletti sul disastro di Le Mans

Le due Desmosedici ufficiali a terra e come compagno di Lorenzo è meglio...

di LUCA BUDEL

Dovizioso a terra (IPP)

Ingaggiato Jorge Lorenzo resta ancora il dubbio su chi gli farà compagnia ai box Ducati nel 2017. Il disastro di Le Mans consiglierebbe a Borgo Panigale un cambio radicale di rotta, investendo su altri nomi e altri volti, mettendosi alle spalle il recente passato. In Francia Iannone ha esagerato al momento sbagliato nel posto sbagliato, Dovizioso si è steso qualche giro più in là, quando la gara era semplicemente da gestire, così come il rettangolo di asfalto che lo avrebbe fatto scivolare.

Di conseguenza i box biancorossi hanno consegnato espressioni di uomini scolpite nel marmo, quando le aspettative erano decisamente altre, nel senso di celebrare almeno un podio, una domenica utile per la festa. Invece no! Un’altra trasferta maledetta, con la classifica mondiale che racconta di un paio di Ducati private, quelle di Barbera e Laverty, davanti alle ufficiali. Un bilancio disastroso dopo cinque gare, con una moto che avrebbe dovuto sottolineare sull’asfalto un deciso salto di qualità.

TAGS:
MotoGP
Ducati
Iannone
Dovizioso