MotoGP, Marquez si difende: "Non vado ad Andorra per non pagare le tasse"

Il campione spagnolo, in lacrime, ha spiegato la decisione di cambiare residenza

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Il suo trasferimento ad Andorra ha fatto molto rumore in Spagna. Perché, per tutti, è stato fatto solo per pagare meno tasse. Così, Marc Marquez, in lacrime, ha spiegato la sua decisione di lasciare la Catalogna per andare a vivere nel Principato. "Tutti hanno diritto di esprimere la propria opinione, ma credo che alcune critiche siano state troppo dure - ha detto - . Comunque sia, io pago le tasse in Spagna e lo farò anche l'anno prossimo".

"Ora ho 21 anni ed ho sempre vissuto con i miei, come tanti giovani ho deciso di ritagliarmi il mio spazio e di avere una casa tutta mia. Ho scelto Andorra perché sono andato lì per molti inverni e altre volte durante l'anno. Per la preparazione fisica inoltre, è un luogo ideale. L'unica cosa che mi interessa è divertirmi sulla moto e voglio continuare a farlo", ha aggiunto il campione della MotoGP, che finora aveva sempre vissuto nella sua Cervera. La vicenda ricorda un po' quella di Valentino Rossi, costretto ad abbandonare la sua residenza di Londra dopo essere finito nel mirino del fisco italiano.

TAGS:
MotoGP
Marquez
Andorra
Honda

I VOSTRI COMMENTI

impegatto - 16/12/14

never79..non bisogna essere ricchi per andarsene via dall'italia..io l'ho fatto sette anni fa' ed ora vivo in inghilterra...stesso lavoro che facevo in italia..pagato molto meglio..pago le tasse..e ti devo dire di non credere a quelli che dicono stipendio migliore ma spese maggiori..tutte storie..ho risparmiato piu' soldi in sette anni in uk che in venti in italia....

segnala un abuso

Never79 - 16/12/14

Impegatto ce una sola differenza. Che le tasse arricchiscono l'Inghilterra e non l italia. E la fiat quando vuole essere aiutata chiede i nostri soldi versati allo stato... Cmq se avessi parecchi soldi andrei anche io a vivere nei paradisi fiscali.

segnala un abuso

impegatto - 16/12/14

never79..guarda che le tasse che paghi in inghilterra sono quasi uguali a quelle che paghi in italia..il fatto di cambiare la sede fiscale viene fatta anche perche' nel caso dell'inghilterra la burocrazia e' molto piu' veloce..quindi quando devi chiedere o fare qualcosa non devi passare per mille uffici,,pagare mille carte da bollo per magari avere solo un timbro su un foglio...l'informazione e' libera..

segnala un abuso

maxeem - 15/12/14

certo vedendo cosa ci fanno con i soldi delle tasse ti viene voglia di non pagarle...

segnala un abuso

MEGAROSSI - 15/12/14

DOVE SONO I PAGLIACCI CHE CHIAMAVANO ROSSI UN EVASORE......A DIMOSTRAZIONE CHE CERTI INTERESSI LI HANNO TUTTI......DI SOLITO QUI SI DOVREBBE PARLARE DI SPORT NON DI FESSERIE PERSONALI NECCESSARIE AD ALIMENTARE ODIO VERSO I PILOTI......

segnala un abuso

Never79 - 14/12/14

Chi critica la scelta di pagare meno tasse cambiando residenza e solo un ipocrita. X il semplice motivo che tutti avremmo fatto lo stesso se avessimo avuto i soldi che hanno loro in banca. Poi non capisco xche rossi e un evasore e la fiat che ha fatto la stessa cosa, trasferendo la sede legale in uno stanzino in Inghilterra no. Mah...

segnala un abuso

piccone40 - 13/12/14

Tranquillo Marc, quel titolo rimane ben saldo nelle mani dell'orgoglio dell'equitalia: valentino rossi

segnala un abuso

nandop6 - 13/12/14

Parliamo di piloti evasori di tasse, quei soldi che i nostri politici rubano a quattro mani. Malgoverno e troppi soldi spesi per la politica.

segnala un abuso

DocDocAvanti - 13/12/14

Va bene pagare le tasse per ottenere buone opere pubbliche, ma venir salassato in un modo atroce e veder finire il frutto dei miei sforzi in mano a certa gente... me le farebbe evadere anche a me le tasse... alla prima possibilità. A Rossi gli é andata male. Capisco le lacrime di Marquez... pagare le tasse e nemmeno per la sua Catalogna, ma per la Spagna che é piena di debiti, non offre garanzie lavorative anche peggio che in Italia e che deve ancora mantenere una monarchia...

segnala un abuso