MotoGP, Rossi: "Il telaio diverso migliora la frenata"

"Anche in confronto agli altri il passo gara non è male"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Valentino Rossi (IPP)

Valentino Rossi ha utilizzato la prima giornata di prove di Jerez per testare alcune novità importanti sulla sua Yamaha. "Abbiamo provato un telaio diverso, specialmente per migliorare la stabilità in frenata e la prima impressione non è male. E' un piccolo passo per capire la strada da intraprendere. In confronto agli altri, il passo non è così male e sembra che abbiamo lavorato bene finora. Dobbiamo continuare così", ha detto il pesarese.

"La pista è molto scivolosa e pertanto ci sono difficoltà con la gomma anteriore e posteriore, a causa delle alte temperature. E' difficile controllare la moto perché derapa molto", ha aggiunto Rossi. Davanti a tutti, comunque, c'è Aleix Espargarò. "E’ bello chiudere questo primo giorno in testa alla classifica, ma la mia priorità è fare un buon risultato in gara. In entrambi i turni abbiamo girato con il serbatoio pieno e sono contento perché abbiamo un buon passo. Nel pomeriggio le condizioni della pista sono cambiate molto. Si scivolava e il davanti tendeva a chiudersi, soprattutto con la gomma morbida. Continueremo a lavorare sulla messa a punto, perché ci aspettiamo queste torride temperature anche in gara", la parole dello spagnolo del team Forward.  

Contrariamente al solito, Marc Marquez è rimasto abbottonato, forse per non svelare troppo presto le sue carte. "E' stato un primo giorno positivo su una pista dove lo scorso anno ho avuto parecchie difficoltà. Più o meno siamo tutti allo stesso livello, io, Pedrosa, Lorenzo e Rossi, e questo è ovviamente importante. A parte questo, abbiamo lavorato su diverse cose, ma in mattinata è stato più facile fare un giro veloce e anche avere un passo veloce, rispetto al pomeriggio. Tutti hanno problemi di aderenza a causa delle temperature, che hanno raggiunto anche i 50°. Sabato dovremo fare un altro passo avanti e preoccuparci di qualifiche e gara", ha spiegato il leader del Mondiale. Venerdì positivo per Andrea Dovizioso, che ha sfruttato la gomma ultramorbida per inserirsi in un'ipotetica prima fila pomeridiana, togliendo sei decimi al suo tempo della mattinata grazie allo pneumatico riservato alle "Open". "Essere terzi con la gomma morbida è importante - ha ammesso il pilota della Ducati - , visto che quando calano gli pneumatici diventa difficile per tutti. Come in Argentina, anche qui la gomma extradura davanti non funziona. Però con quella morbida sono migliorato a fine turno e per questo sono contento". Jorge Lorenzo ha ritrovato il sorriso e sembra essere sulla strada giusta per tornare a lottare per la vittoria. "Siamo partiti abbastanza bene, anche se nel pomeriggio la pista era scivolosa. Però il nostro ritmo è simile a quello dei primi, non siamo messi male. I problemi in frenata? Stiamo provando a risolverli, ma per il momento non ci siamo riusciti. Qui però le staccate radicali non ci sono e il tempo sul giro non è male. Jerez è la gara più speciale del campionato, è la più antica, la cattedrale del motociclismo e qui noi spagnoli diamo un po' di più".

TAGS:
MotoGP
Rossi
Dovizioso
Marquez
GP Spagna
Jerez

I VOSTRI COMMENTI

nandop6 - 03/05/14

Ma Rossi fa anche il collaudatore?

segnala un abuso

cacciabombardiere84 - 03/05/14

E' dajeee, falla girare questa Yamaha!!

segnala un abuso

nandop6 - 02/05/14

Impressionante, non ha mai problemi, sale e fa il primo tempo. Credo che se non vince tutte le gare ci arriverà vicino.

segnala un abuso

curricurri64 - 02/05/14

mhh,telaio diverso....avevo già detto qualcosa;)

segnala un abuso