MotoGP, Rossi: "Mi aspettavo qualcosa di meglio"

"Sono più vicino dell'anno scorso, va bene". Marquez: "Tutto ok, ma conta la gara"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Valentino Rossi (IPP)

Nonostante chiuda la seconda fila, è un Valentino Rossi abbastanza contento quello che commenta il suo sesto posto nelle qualifiche della MotoGP di Austin. "Sono soddisfatto di come è andata la qualifica - ha fatto il punto il pilota della Yamaha, staccato di poco meno di mezzo secondo dal poleman Marquez - anche se mi aspettavo qualcosa di meglio. Sono comunque più vicino dell'anno scorso e questo va bene".

"Comunque sono felice perché siamo riusciti a migliorare la moto dal mattino al pomeriggio e tutto sommato sono stato abbastanza veloce. E' positivo essere a solo quattro decimi dalla pole. Il mio passo gara è buono anche se abbiamo ancora del lavoro da fare e togliere qualche decimo. Ma potrebbe essere una buona domenica per noi", ha aggiunto.

Sorride come al solito Marc Marquez, che mette in bacheca la seconda pole stagionale su due. "Sta andando tutto bene, ma domani sarà il giorno più importante. Vediamo, anche perché non è certo che le condizioni saranno le stesse. Sono contento soprattutto per il ritmo gara. Di sicuro ci sarà da battagliare con Dani, sarà lui il nostro rivale più pericoloso", ha detto a fine prove. Il campione in carica sa che dovrà vedersela con Dani Pedrosa, anche lo scorso anno costretto a piegare la testa qui di fronte allo sfrontato connazionale. "Ho migliorato tanto rispetto a venerdì - le sue parole - , anche in qualifica è andata bene. Spero di fare una bella partenza, anche considerata la conformazione della prima curva. Speriamo di avere un bel passo, di poter lottare e dare spettacolo".

Cerca il riscatto Stefan Bradl e la prima fila è il modo migliore per cancellare Losail. "In Qatar è andata male, venerdì è stata una giornata difficile, ma abbiamo migliorato molto. Sono proprio contento di essere in prima fila", ha spiegato il tedesco del team di Cecchinello. Muso lungo o quasi per Andrea Dovizioso, che spiega così la sua qualifica non da protagonista: "Ho fatto un decimo meglio della mattinata, il giro è stato buono, senza grossi errori. E poi sono a 60 millesimi da Crutchlow. Il fatto è che bisogna usare la forza per fare i tempi e questo in gara non si può fare per 21 giri. Non siamo troppo lontani, ma così è dura".

TAGS:
MotoGP
Austin
Rossi
Marquez
Pedrosa
Bradl

I VOSTRI COMMENTI

63megattero - 19/04/14

rossi sei da pensione

segnala un abuso

NoQuarter - 15/04/14

Rossi girava piu veloce di StressEnzo tutta la gara. Un problema tecnico gli ha impedito di ottenere un bel terzo posto. Lui sa che e piu forte del anno scorso. Sa di essere piu forte di Lorenzo. Un Rossi rinato.

Un grande.

segnala un abuso

nandop6 - 13/04/14

agostino - 12/04/14

x danyam65
che avesse ragione Burgess (meglio ritirarsi che fare da comprimario).
peggio dello scorso anno e' difficile (ma ci sta' tentando)
comunque visca Barça!!!!!!

Grande agostino oggi dove sei???????

segnala un abuso

nandop6 - 13/04/14

Mostruoso Marquez, mi dispiace per Dovizioso, bene anche Rossi che tiene botta a Lorenzo il riferimento numero uno per lui. Spero in una gara spettacolo nelle retrovie perché le Honda rimarranno a posizioni invariate tutta la gara.

segnala un abuso

danyam65 - 13/04/14

Buongiorno a tutti e viva Rossi!

Marc è bravissimo, ma non abbiamo ancora avuto modo di valutarlo nei momenti di difficoltà (speriamo che non arrivino mai), per ora è un ottimo pilota sulla moto migliore del campionato, combinazione perfetta. Il campionissimo è rimasto deluso dal risultato ciò signifika che ha un buon feeling con la moto, in gara potrebbe dire la sua, speriamo che il mago G. abbia ancora qualche idea prima della partenza...

segnala un abuso

SaverioZ85 - 13/04/14

Rispetto all'anno scorso Vale ha migliorato di quasi 2 secondi, sia confronto a se stesso sia confronto a Marquez. Marquez volerà, ma tra Pedrosa, Bradl, Lorenzo e Rossi potrebbe venire fuori una bella battaglia per il podio.

segnala un abuso