MotoGP, Rossi: "Servirà il massimo per stare davanti"

Valentino in conferenza stampa alla vigilia della gara in Texas: "Dovremo confermarci dopo il Qatar". Intanto Edwards annuncia il ritiro

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Rossi, IPP

Alla vigilia del Gran Premio delle Americhe classe MotoGP in Texas, l'obiettivo di Valentino Rossi sarà confermare le buone cose viste in Qatar dove è giunto secondo dietro Marquez. "E' stata una partenza ottima in Qatar, mi sono divertito. Qui sarà importante confermarsi perchè anche l'anno scorso avevo iniziato bene ma poi ad Austin è stato forse il peggior weekend stagionale, chiudendo solo al sesto posto", ha detto Rossi.

Il Dottore di Tavullia ha aggiunto, considerando che la Yamaha dovrà comunque lavorare sul gap con la Honda: "Sarà importante capire se il mio livello è cresciuto. La pista è molto lunga, dovrò tirare fuori il massimo dalla moto per restare davanti. Su questo tracciato le Honda, soprattutto Marc (Marquez, ndr), erano ad un livello più alto rispetto a noi. Il nostro obiettivo è dare il massimo per rimanere attaccati ai nostri avversari".

Rossi ha poi aggiunto parlando del clima: "Spero che non piova ma che ci sia l'asciutto. La scelta delle gomme è sempre difficile: Marc in Qatar è stato in grado di usare la gomma dura. Con le morbide sarà difficile, dovremo riuscire a usare bene le gomme dure". Valentino, appresa la notizia del ritiro a fine stagione dell'amico Colin Edwards, ha parlato anche del suo futuro: "Sono dispiaciuto di perdere un amico come Edwards dal paddock - ha detto Rossi - ma lui ha 40 anni e io solo 35, il che significa che ho almeno altri 5 anni davanti a me. Il mio obiettivo è di continuare con la Yamaha e so che anche loro sono ben disposti nei miei confronti. Non abbiamo ancora iniziato una trattativa, ma quando loro vorranno io sono pronto a parlare". Una apertura che chiude le porte a tanti altri. "La mia priorità è la Yamaha - ha ribadito Rossi - non mi interessa nessun altro, ho già sbagliato una volta (con la Ducati, ndr), non voglio perseverare ancora".

IL RITIRO DI COLIN EDWARDS

Il pilota americano Colin Edwards ha annunciato il suo ritiro dalle competizioni a fine 2014. Edwards che ha esordito in Superbile nel 1995 e nella MotoGP nel 2003, non è riuscito a nascondere l'emozione nel comunicare la sua decisione durante la conferenza stampa di presentazione del GP of the Americas ad Austin. "Ho iniziato a pensare al ritiro - ha detto il pilota americano - durante i primi test della stagione, quando dovevo essere concentrato nel cambiare il mio stile di guida per la nuova moto, ma la mia testa era a casa, pensavo alla mia famiglia ai miei figli e alla loro scuola. Intanto devo finire questa stagione - ha detto l'americano - poi vedremo, ma la mia priorità è la famiglia, giro il mondo dal 1995, è ora di fermarsi".

MARQUEZ: "ORA STO MEGLIO"

Marc Marquez, campione del mondo in carica e vincitore della prima gara in Qatar: "Ho grandi ricordi, è stata la mia prima pole position e la mia prima vittoria, avevo sensazioni molto buone. Vedremo quest'anno come andrà. Sembra che il tempo sarà piuttosto instabile ma credo che saremo tutti più veloci rispetto all'anno scorso perchè conosciamo meglio la pista. La cosa positiva è che il mio perone sta meglio, potrò guidare più con il mio stile. In Qatar ho preso degli antidolorifici, anche qui ne prenderò: dopo la gara in Qatar sono crollato per lo stress. Ora sto un po' meglio". Il giovane spagnolo ha commentato anche il premio Laureus Award ricevuto come miglior debuttante nel mondo dello sport nel 2013: "E' stato molto speciale essere lì insieme a grandi leggende dello sport ed è stato davvero molto bello avere quel premio. E' stato importante per me e anche per il mondo della MotoGP".

Nicky Hayden sarà uno dei centauri di casa: "Per me è speciale essere qui, è un gran premio di casa, sono molto motivato. Spero di fare molto bene. Al momento le Yamaha Factory sono più avanti ma siamo sicuri che la Honda ci aiuterà. Devo restare concentrato e fare del mio meglio per portare punti. Devo riuscire a riadattarmi dopo il ritorno in Honda". Il pilota del Team Aspar Honda ha aggiunto: "La struttura qui in Texas è stupenda. Gli americani devono andare molto orgogliosi di questa pista. E' una struttura davvero all'avanguardia, di primissimo livello. Mi spiace non tornare a Laguna Seca ma anche questa pista è molto bella, speriamo che il clima sia buono e il pubblico sia caloroso".

TAGS:
Rossi
Motogp
Pedrosa

I VOSTRI COMMENTI

nandop6 - 11/04/14

Speriamo bene!!!!!!!!!!

segnala un abuso

Helen46 - 10/04/14

Si incomincia il week end.... si parte per austin!

segnala un abuso