Test MotoGP: Marquez chiude al comando, Rossi secondo

Meno di due decimi il distacco, la Ducati fa passi in avanti con Dovizioso

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Andrea Dovizioso (IPP)

Tre su tre. Nell'ultimo giorno di test della MotoGP a Sepang è ancora il campione del mondo Marc Marquez a chiudere davanti a tutti: lo spagnolo ha chiuso le tre sessioni con il miglior tempo assoluto (1'59"533). Dietro di lui si piazza un ottimo Valentino Rossi, staccato di 0"194. Il "Dottore" chiude ancora una volta davanti al compagno di squadra Jorge Lorenzo, terzo a 0"333. Solo sesto Pedrosa, in settima posizione Dovizioso.

Il bilancio della tre giorni in Malesia parla chiaro: Marquez è un fulmine (nuovo record a Sepang) e sarà difficile tenerlo dietro anche quest'anno. Ma Rossi esce senza dubbio rinfrancato dai primi test invernali: i due secondi posti confermano che il campione di Tavullia è in crescita e darà del filo da torcere al compagno di squadra Lorenzo. La sorpresa odierna è senza dubbio Aleix Espargaro, che piazza la sua Yamaha "Open" al quarto posto a 0"465 dalla testa. Bene anche Bradl, quinto a 0"579, e Dovizioso: il ducatista è settimo a 0"837 e stacca di quasi 8 decimi il compagno di squadra Crutchlow, dodicesimo e ancora un po' in difficoltà a gestire la Desmosedici. Piccoli passi avanti per la Suzuki, che chiude al 17° posto con il collaudatore De Puniet a poco meno di 3" da Marquez. Appuntamento sempre a Sepang per la seconda sessione di test invernali dal 26 al 28 febbraio, poi il circus si sposterà a Losail per altre prove dal 7 al 9 marzo: e il 23 marzo, proprio in Qatar, inizierà la nuova stagione.

MARQUEZ: "C'E' ANCORA LAVORO DA FARE"

"Sono abbastanza contento di come sono andati i tre giorni qui a Sepang, abbiamo iniziato bene la pre-season. E' vero che questo è solo il primo test e abbiamo ancora del lavoro da fare, ma abbiamo già potuto fare una simulazione di gara ed è tutto andato bene. Abbiamo provato molte configurazioni e abbiamo raccolto molti dati, quindi dovremo essere ben preparati per il prossimo test qui. Abbiamo però ancora alcune cose da provare. Fisicamente mi sento bene, ero un po' debole quando sono arrivato perché ho avuto l'influenza la scorsa settimana, ma alla fine mi sentivo bene, che è la cosa più importante. Possiamo sempre migliorare e questo test mi aiuterà anche per la mia forma fisica".

ROSSI: "FELICE PER IL TEMPO SUL GIRO"

"Il test è stato molto buono, sono molto felice, soprattutto per la seconda posizione e di più per il tempo sul giro che è il migliore della mia carriera a Sepang. E 'la prima volta che vado sotto i 2'00" a un solo decimo da Marc e dal record assoluto della pista. Ho trovato un buon feeling con la moto, abbiamo trovato alcune buone soluzioni ed è stato molto positivo. Abbiamo provato una simulazione nel pomeriggio ed è stata molto buona per capire eventuali problemi. Abbiamo sofferto un po' nel tenere un buon ritmo, ma non è stato così male. Per essere il primo test, il bilanciamento era buono".

DOVIZIOSO: "SONO DAVVERO CONTENTO"

"Sono davvero contento di questi tre giorni di test perché siamo riusciti a fare un buon lavoro e a migliorare molto. Possiamo frenare più forte, entrare più facilmente e con più velocità in curva e accelerare un po’ prima e quindi usare più potenza nella prima parte dell’accelerazione. Poi siamo riusciti ad ottenere anche degli ottimi tempi a livello di giro veloce. Infatti ho ottenuto un tempo che non ero mai riuscito a fare qui in Malesia su qualsiasi moto, e quindi questo mi rende felice. Abbiamo migliorato anche il nostro passo e quindi questo test è stato davvero positivo. Non mi aspettavo di poter migliorare così tanto, però dobbiamo restare con i piedi per terra perché il gap rimane ancora alto per gli obiettivi che vogliamo ottenere".

I TEMPI DELLA TERZA GIORNATA DI TEST

1- Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 1’59"533 (40 giri)
2- Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0"194 (55 giri) 
3- Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0"333 (65 giri) 
4- A. Espargaro – NGM Mobile Forward Racing – FTR Yamaha – + 0"465 (43 giri) 
5- Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 0"579 (38 giri)
6- Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0"690 (55 giri) 
7- Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP14 – + 0"837 (40 giri) 
8- P. Espargaro – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1"122 (65 giri) 
9- Iannone – Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP14 – + 1"192 (57 giri) 
10- Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 1"255 (63 giri) 
11- Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1"363 (65 giri) 
12- Crutchlow – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP14 – + 1"524 (58 giri) 
13- Hayden – Drive M7 Aspar – Honda RCV1000R – + 1"981 (59 giri)
14- Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Yamaha – + 2"198 (47 giri) 
15- Michele Pirro – Ducati Test Team – Ducati Desmosedici GP14 – + 2"249 (67 giri) 
16- Aoyama – Drive M7 Aspar – Honda RCV1000R – + 2"850 (66 giri)
17- De Puniet – Suzuki MotoGP Test Team – Suzuki XRH-1 – + 2"953 (67 giri) 
18- Hernandez – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 3"023 (65 giri) 
19- Akiyoshi – HRC Test Team – Honda RC213V – + 3"086 (58 giri)
20- Nakasuga – Yamaha Factory Test Team – Yamaha YZR M1 – + 3"255 (38 giri) 
21- Redding – GO&FUN Honda Gresini – Honda RCV1000R – + 3"300 (60 giri) 
22- Laverty – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 3"654 (41 giri)
23- Barbera – Avintia Blusens – Avintia Kawasaki – + 3"671 (54 giri) 
24- Parkes – Paul Bird Motorsport – PBM 01 – + 3"869 (43 giri) 
25- Di Meglio – Avintia Blusens – Avintia Kawasaki – + 4"983 (58 giri) 
26- Aoki – Suzuki MotoGP Test Team – Suzuki XRH-1 – + 6"153 (12 giri) 
27- Abraham – Cardion AB Motoracing – Honda RCV1000R – + 6"441 (12 giri)

TAGS:
MotoGP
Sepang
Test
Honda
Yamaha
Rossi
Marquez

I VOSTRI COMMENTI

maxeem - 18/02/14

nandop6 a quale post ti riferisci scusa?

segnala un abuso

robertovinci - 17/02/14

@robi440
Complimenti e auguri!

segnala un abuso

nandop6 - 16/02/14

vadopianolorono
Non ricordo cosa ho detto nel post a cui fai riferimento ma non mi sembra che abbia mai detto che Stoner nel 2012 non aveva più voglia, anche perchè io penso proprio il contrario e l'infortunio è uno dei motivi, secondo me voleva chiudere con un buon risultato.

segnala un abuso

vadopianolorono - 16/02/14

nandop6: manca un tuo post, li hai scritto l'aggancio a cui io faccio riferimento. Poi manca un mio post, dove riprendo quello che ha scritto git e lo concludo con una semplice constatazione!!!

segnala un abuso

nandop6 - 16/02/14

vadopianolorono
Io non ho mai detto che Stoner non aveva più voglia nel 2012, questo lo ha detto gitstoner poco sotto.

segnala un abuso