MotoGP, il team Iodaracing passa all'Aprilia

L'inglese Camier sarà uno dei due piloti della squadra di Sacchi

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Giampiero Sacchi

Leon Camier sarà uno dei due piloti del team Iodaracing, che il prossimo anno porterà sulle piste della MotoGP le Aprilia Art. In attesa del comunicato ufficiale, la notizia è trapelata della festa della Nolan. Il pilota inglese, scaricato dalla Suzuki Superbike, correrà con il team di Giampiero Sacchi, che a sua volta lascerà la Suter-Bmw per diventare la squadra di riferimento della casa di Noale, decisa a tornare in forma ufficiale nel 2016.

Per Camier e per Sacchi si tratta di un ritorno all'Aprilia. Il primo era stato compagno di Max Biaggi dal 2009 al 2011, il secondo aveva contribuito alle fortune del costruttore veneto nel Motomondiale prima di iniziare l'avventura da "indipendente". Per quanto riguarda il secondo pilota della formazione ternana, dovrebbe essere ancora Danilo Petrucci. L'altra squadra che utilizzerà le Art sarà quella di Paul Bird, il PBM, al via con il riconfermato britannico Michael Laverty e l'australiano Broc Parkes.

TAGS:
MotoGP
Ioda
Camier
Aprilia

I VOSTRI COMMENTI

agusta57 - 20/12/13

Più' che 3 moto sono 3 piloti, ma restare competitivi a questi livelli non è semplice, ne facile, ma attualmente solo 3 piloti sono in grado di giocarsi il mondiale. L'esempio di Ducati che cerca disperatamente di risalire, è l'esempio di come si complicato ed oneroso avere moto competitive a questi livelli.

segnala un abuso

sgmbekket - 20/12/13

ma a che serve partecipare in un campionato farsa dove solo 3 moto si giocano il mondiale e tutti gli altri girano solo per fare numero?

segnala un abuso