MotoGP: Marc Marquez è campione del mondo. Lorenzo vince a Valencia

Gara da leone per Jorge, che sale sul podio con Pedrosa 2° e Marc 3°. Il 2013 di Rossi si chiude con un 4° posto

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Marquez campione del mondo foto MotoGP.com

Jorge Lorenzo (Yamaha) vince il GP di Valencia facendo una gara tutta d'attacco e ricca di sorpassi con Pedrosa, 2°. Basta invece il 3° posto sul podio, per assegnare il titolo di più giovane campione del mondo della MotoGP a Marc Marquez (Honda), conquistato al debutto. Il 2013 di Rossi si chiude con un 4° posto, davanti alle Honda di Bautista (5°) e Bradl, 6°, davanti a Smith (Yamaha) e alle Ducati di Hayden, Dovizioso e Pirro, 10°.

LA CRONACA - Gara lunga a Valencia, con 30 giri da fare di fronte al caldissimo pubblico spagnolo. Al via più importante della stagione Lorenzo parte come un razzo, beffando subito Marquez che gira terzo alla prima curva, dietro al compagno di box, Pedrosa. Rossi li segue incollato alla Honda numero 93, ma marcato da un Bautista frizzante, che lo supera alla fine del primo giro. E' quindi Dani che va a stuzzicare Jorge, che però tiene la testa della corsa. E' solo il terzo giro ed è proprio Pedrosa che stacca forte e si porta al comando della corsa, ma va largo, lasciando ripassare Lorenzo. Attendista Marquez è alle loro spalle, con Bautista che gli fa da scudiero, difendendolo dalle Yamaha di Rossi, Smith e Crutchlow.

I due di testa intanto non si tirano indietro, dondo il via ad un duello serratissimo, dove il guerriero all'assalto è Lorenzo che deve inventarsi manovre sopraffine per non lasciare passare le Honda. Detto che il passo non è alto, l'impressione è che la Yamaha numero 99 gestisca con forza l'esuberanza delle tre scatenate Honda che lo braccano, con Rossi a chiudere questo trenino di 5 moto. Brivido per Marc, che rischia di perdere l'anteriore durante la piega a sinistra. Ma va dentro Pedrosa, al sesto passaggio, con Lorenzo che non respira e in apnea si butta dentro ancora con decisione. Un botta e risposta duro e deciso di Jorge, che per due volte rientra su Dani inventandosi il varco e tenendo coraggiosamente la testa della corsa. Iniziando così anche ad alzare il ritmo e firmando il suo giro veloce.

Ancora sul rettilineo Pedrosa stacca fortissimo, ma all'interno Lorenzo si fa sotto, con le gomme dei due pericolosamente vicine. Equilibrismo da brivido per entrambi, che restano in piedi per miracolo, girando larghi. Jorge rientra 2°, mentre perde terreno Dani, 5° dietro a Valentino. Nemmeno il tempo di sbattere gli occhi e Lorenzo torna su Marquez e si riporta al comando. Immediata la replica di Marc, che prova a mettersi davanti alla Yamaha. Ma Jorge se ne frega, rischia tutto ed è ancora il leader della corsa. Che guerriero!
E' quindi Rossi che sorpassa Bautista, imitato subito da Pedrosa. Tutti alla caccia dei primi. Intanto la Direzione Gara mette sotto indagine il sorpasso tra Jorge e Dani, con decisione rimandata al termine della corsa. Cade Crutchlow, che chiude così la sua aventura in Yamaha. Poco dopo giù anche Iannone, ancora buttato a terra dalla sua Ducati.

Posizioni che si congelano, con Lorenzo che va in fuga e guadagna 1 secondo abbondante su Marquez che insegue. Firma invece una serie di giri tiratissimi Pedrosa, che rimonta e si porta sotto al compagno di box. Più staccato Rossi, 4° che con oltre 6" di ritardo dalla vetta, gestisce con margine Bautista e Bradl. A 5 giri dal traguardo Dani si prende il 2° posto, agevolato da un Marc che a questo punto pensa solo a raggiungere con tranquillità la bandiera a scacchi. Finisce così, con Lorenzo che taglia il traguardo da dominatore, guerriero generoso e campione uscente, orgoglioso di aver fatto anche l'impossibile per giocarsela fino alla fine. Il colpo grosso, però, lo firma il "Baby Champ", come recita la maglietta celebrativa indossata tra gli applausi e i sorrisi di un fenomenale Marc Marquez. Tre titoli mondiali, in tre categorie diverse, a soli 20 anni. E' nata una stella, pronta a brillare al top per i prossimi anni.

Marquez è diventato grande

Marc fa la gara più saggia e sensata della sua vita, proprio nel giorno in cui si laurea campione A. Capella

DITE LA VOSTRA

MotoGP, Marquez campione da record: riuscirà a superare i nove titoli di Rossi?

TAGS:
MotoGP
Motomondiale
Ducati
Yamaha
Honda
Valentino Rossi
Jorge Lorenzo
Nicky Hayden
Andrea Dovizioso
Dani Pedrosa
Marc Marquez
Andrea Iannone
Cal Crutchlow
Stefan Bradl
CRT
ART
FTR
FTR Kawasaki
Valencia
Campione del Mondo

I VOSTRI COMMENTI

pincopallone - 11/11/13

meteor,
hai detto bene, secondo certi sempre solo vantaggi, poi tirano in ballo sempre e solo giberna, che su 7 mondiali vinti da rossi è stato secondo solo due volte, come fosse stato l'AVVERSARIO, unico di rossi

segnala un abuso

robytito - 11/11/13

Barba99..No no frignava, bisogna dirlo!!invece tutti gli altri piloti dicevano la sacrosanta verita'!! A qualcuno e' addirittura spuntata l'aureola!!

segnala un abuso

maxeem - 11/11/13

complimenti a marquez, che ha sostituito degnamente stoner,ed ha vinto un mondiale bellissimo, e complimenti anche a lorenzo che ha dimostroto tutta la sua forza!!! complimenti a rossi per il suo ritorno sulla moto ufficiale!!!

segnala un abuso

Barba99 - 11/11/13

Casey non frignava, è caduto tanto, ha vinto e perso, ma vicino a Pedrosa e Lorenzo ci stava solo se aveva grossi problemi alla moto o mentre si preparava le esche per la canna sul serbatoio. Quando era a posto JL e Pedrosa facevano un altro sport rispetto agli altri, e Casey un altro sport rispetto a loro. Marquez non ancora...

segnala un abuso

statecollegati - 11/11/13

complimenti a Marc, con quella moto piena di chattering e gomme fasulle. Lorenzo andava penalizzato per il sorpasso a Pedrosa, come Rossi per il sorpasso a Gibernau, chi scaracchia per aria...bravo Vinales ha dimostrato di essere un mostro. A proposito avete visto la differenza tra la moto di Rossi e Lorenzo, quando Pedrosa stava dietro al 46 in rettilineo? Ops scusate la moto di Spies.

segnala un abuso

statecollegati - 11/11/13

complimenti a Marc, con quella moto piena di chattering e gomme fasulle. Lorenzo andava penalizzato per il sorpasso a Pedrosa, come Rossi per il sorpasso a Gibernau, chi scaracchia per aria...bravo Vinales ha dimostrato di essere un mostro. A proposito avete visto la differenza tra la moto di Rossi e Lorenzo, quando Pedrosa stava dietro al 46 in rettilineo? Ops scusate la moto di Spies.

segnala un abuso

meteor02 - 11/11/13

nandop6
no no nn fignava lui era quello sincero sensibile e romantico che ha lasciato tutto a favore di una vita piu poetica nn puo aver frignato... il chattering c'era

segnala un abuso

stilix - 11/11/13

Mi sembra sorprendente di come in un articolo che celebra Marc meritatamente campione del mondo con soli 4Pt su un altrettanto bravo e meritevole JL, ci siano individui completamente accecati dall'antirossismo che invece di complimentarsi con i campioni suddetti tirano sempre in ballo Rossi. Che dire, molti nemici molto onore.

segnala un abuso