MOTOGP

Jorge Lorenzo: "Questo è un circo romano"

Sepang, lo spagnolo della Yamaha tra ironia e serietà: "Non mi diverto a vedere i piloti volare"

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Lorenzo Marquez e Pedrosa a Sepang foto MotoGP.com

Jorge Lorenzo non le manda a dire: "Penalità esagerato, non ce n'era bisogno. Anzi, bisognerebbe dare, non togliere, punti a piloti come Marquez che elevano sempre lo spettacolo e fanno gare incredibili. Gli manca solo un po' di esperienza. La sicurezza dei piloti non conta, va bene lo spettacolo! La gente si deve divertire. Ma io non mi diverto a vedere i piloti volare. E' come in un'arena romana, un po' più moderna ma così. Non sono ironico".

Il maiorchino conclude aspro: "Marquez è da incentivare, dovrebbero dare un punto in più in campionato, come la spallata di Jerez, il rischio di Silverstone, Laguna Seca fuori dalla pista... I piccoli devono prendere esempio! Ho perso una grande opportunità di vincere il titolo ad Aragon, ma non perché non abbia dato il massimo. È un peccato, ma può succedere di tutto, anche qualcosa di speciale. Qui correremo alle 16 locali e c'è probabilità di pioggia. Abbiamo molti dati su questa pista, come tutti, dobbiamo solo sfruttarli".

E' quindi Marc Marquez che senza perdere il sorriso replica: "Dobbiamo rispettare la decisione. Ho già dimenticato tutta la polemica per concentrarmi sulla gara. Le parole di Jorge? Sono un bello scherzo (a fianco il rivale dice: "No, no, è la mia vera opinione" ndr). Non sono d'accordo sul discorso del circo romano, non è così. Si può avere spettacolo con allegria e molte altre cose. Adesso ci aspettano tre gare fondamentali, da affrontare con la stessa mentalità e concentrazione per dare il massimo, poi vediamo. Questa è una pista che mi piace, ma sfortunata per me in Moto2, dove ho fatto due incidenti negli ultimi due anni. La patente? Ho ancora un punto ora, ma sarò sempre lo stesso".

L'atteggiamento del rookie di Honda, si scontra con la faccia imbronciata di Dani Pedrosa al suo fianco: "La penalità? No comment. È una cosa tra Marc e la direzione gara. Lui ha il diritto di decidere di non cambiare modo di guidare e io penso per me. Un circo romano? Vero, la gente è seduta sul divano con la birra e se succedono queste cose è solo felice. Un po' come vedere un incontro di pugilato, dove tutti dicono a Tyson dai-dai, dagliele. Intanto ho avuto una settimana fisicamente difficile. Adesso le cose sono un po' migliorate, ma spero di stare ancora meglio da domani".

Infine tocca a Valentino Rossi chiudere la questione sull'incidente di Aragon: "La direzione gara ha deciso, va bene così. Certo, con una squalifica di due o tre anni, sarebbe stato tutto più facile... Scherzi a parte, Dani è stato molto, molto, molto sfortunato. Cosa di aspetto da Sepang? E' una delle mie piste preferite, credo come tutti. Si conosce ogni centimetro di questo tracciato, molto divertente, grandi pieghe, è un vero piacere guidare qui. Le previsioni meteo però non sono ottime, poi alle quattro qui di solito piove sempre. Per ora sono felice dei miei risultati, ma è chiaro che devo migliorare. Devo alzare il livello ed essere più veloce. Comunque nel 2010 ero meno forte di oggi...".

TAGS:
Circo romano
Lorenzo
Marquez
Pedrosa
Rossi
Sepang
Malesia
Honda
Yamaha
MotoGP
Penalità

I VOSTRI COMMENTI

dark0z - 11/10/13

La MotoGP sta scendendo al (bassissimo) livello della Superbike Thailandese.

segnala un abuso

Bessa74 - 11/10/13

Direzione gara "e lo abbiamo visto in varie occasioni in questa stagione, il pilota che sta alle spalle in frenata ha l?obbligo di non avvicinarsi troppo. Ad Aragon � arrivato il contatto e per noi, per quanto fosse minimo, � un segnale per comunicare un avvertimento ufficiale perch� Marc stia pi� attento." Marc. Io non cambier� modo di guidare.Complimenti per la risposta da "bambino". Spero di sbagliarmi ma da qui a Valencia MM combiner� qualche casino ... speriamo senza conseguenze x nessuno.

segnala un abuso

nandop6 - 11/10/13

Comunque è palese che Lorenzo e Pedrosa patiscano la velocità di Marquez ma non mi sembra che abbia fatto chissacchè di pericoloso per polemizzare e criticare a questo livello il caso Pedrosa è stata sfortuna, la sportellata a Lorenzo pericolosità=0, a Laguna ha tagliato al cavatappi pericolosità=0, è come se si voglia prevenire incidenti brutti che non è detto possa causare tarpando un talento di spettacolarità.

segnala un abuso

stilix - 10/10/13

E' ovvio che non e' colpa di MM se si e tranciato il cavo, pero' era da sanzionare lo stesso magari con soldi, xke' la sua guida sempre al limite alla fine puo' rivelarsi pericolosa. C'erano ancora 18 giri al termine, poteva evitare quell'entrata, non serviva a niente. E' questo che deve capire altrimenti puo' diventare pericoloso x se e x gli altri. Lorenzo e Dani non lo fanno e non mi sembra che vadano piano. Quello che deve capite e' che non ha l'impunita'.

segnala un abuso

leojuveleo - 10/10/13

Grande rispetto per Lorenzo, ma qui mi è caduto un po' in basso...

segnala un abuso

nano1974 - 10/10/13

Lorenzo si sa che gli sta antipatica Roma!!! Visto il casco con l'elmo spartano.... Marquez a me piace molto. Il problema è il solito. Se hai paura di correre stai a casa. Il SIC ha già subito questi paurosi. A questo punto cambiate sport. P.s. Se non ci fosse stata l'elettronica non sarebbe successo nulla....

segnala un abuso