MotoGP: Marc Marquez conquista la pole a Misano

Lorenzo è 2°, ma staccato di +0.5. Rossi 3°, torna in prima fila e beffa Pedrosa (4°). Dovizioso 9° con la miglior Ducati in pista

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

MATTEO CAPPELLA

Marc Marquez (Honda) conquista la sua sesta pole stagionale, girando in 1:32.915 nella qualifica del GP di Misano. In prima fila le Yamaha di Lorenzo (2°, +0.513) e Rossi (3°, +0.658). Pedrosa (Honda, +0.811) si accontenta del 4° posto, seguito da Crutchlow (Yamaha, +1.099) ed Espargaro (ART, +1.113). Terza linea per le Honda di Bradl e Bautista, poi la Ducati di Dovizioso (9°, +1.423). Dietro le GP13 di Hayden, Pirro e Iannone (+1.604).

Marquez a ruota alzata foto MotoGP.com

FP4 - Cade Marquez, ma non prima di aver stampato il miglior tempo, ovviamente. 1:33.912 il giro veloce di Marc, che poi torna ai box tutto impolverato, ma intatto. Pronto a tornare subito in sella come se niente fosse. Lo segue Lorenzo, a 2 decimi e non particolarmente soddisfatto, poi Bautista a mezzo secondo. Quindi Rossi, ancora 4° per pochi millesimi. Resta invece 5° un Pedrosa nervoso e con 9 decimi di ritardo. Dovizioso e Crutchlow si accodano. Pesca il jolly Iannone, che con il 10° tempo gudagna l'ingresso diretto in Q2.

Q1 - Tocca quindi a Pirro tenere a bada le due Yamaha Tech3 di Crutchlow e Smith, lottando per gli unici due posti ancora liberi nell'ultimo step di qualifica. Michele stampa il giro veloce in 1:34.678, piazzandosi davanti a Cal per soli 16 millesimi. Terzo e caduto, Bradley che si lascia dietro Edwards, Aoyama e De Puniet.

Q2 - E' Lorenzo che accende subito una bella serie di caschi rossi e si porta al comando, mentre Marquez sporca il suo primo tentativo, affondando poi il coltello nel cronometro al secondo giro lanciato. Il risultato è doloroso per gli avversari: 1:33.404, con il 93 che non chiude il gas, anzi lo spreme, ma per pochissimo non si migliora. Rossi trova il colpo di reni per portarsi in terza piazza, ma con oltre 6 decimi dalla vetta. Male Pedrosa che rientra 8° a +1.2, quando tutti sono già ai box per il cambio gomme.

E' ancora Jorge che esce per migliorarsi, ma il colpo devastante e decisivo arriva dal più giovane spagnolo di casa Honda. Quel Marc che firma il nuovo Circuit Best Lap in 1:32.915. Mazzata che lascia a mezzo secondo le M1 ufficiali, che comunque riescono ad aggrapparsi ad una prima fila importante. Quindi Lorenzo è 2° davanti a Valentino, che prende ancora oltre 6 decimi dai primi, ma sorride con il 3° tempo in mano. E' invece incavolato nero Dani, che non trova mai il modo di limare quel gap di 8 decimi. Frenato forse un po' anche dalla caduta del mattino. Risale Crutchlow, che torna in seconda fila quando conta esserci, ma con la coda dell'occhio guarda stupito quel tonico Espargaro, inedito 6° sulla griglia. Non bene le Ducati, tutte vicine e raccolte in 2 decimi circa, ma a +1.4 dai big, nonostante i grandi sforzi dei suoi quattro riders, tra cui la spunta Dovizioso, 9°.

Misano, sorrisi che si tramandano

C'è della salsedine adriatica anche in questo Marquez, he rivierasco non è... R. Mengo

DITE LA VOSTRA

In qualifica Rossi si schioda dal quarto posto: ci riuscirà anche in gara a Misano?

TAGS:
MotoGP
Motomondiale
Ducati
Yamaha
Honda
Valentino Rossi
Jorge Lorenzo
Nicky Hayden
Andrea Dovizioso
Dani Pedrosa
Marc Marquez
Andrea Iannone
Cal Crutchlow
Stefan Bradl
CRT
ART
FTR
FTR Kawasaki
Misano

I VOSTRI COMMENTI

macclaude - 15/09/13

Mah,...vedete,...io dico che a 34 anni suonati, con tutto quello che ha vinto Valentino, ci vuole un bel coraggio, a lottare con dei ventenni, che ancora non hanno vinto tanto, e che ancora hanno tanto da dimostrare, per me Valentino, è il migliore di tutti i tempi,... Agostini ha vinto 15 titoli, ma correva in tutte le classi,... e poi a livello mediatico, e anche a livello umano, si è dimostrato unico,...non vi pare?....Grande Vale.

segnala un abuso

danyam65 - 15/09/13

Spiegatemi un po' cosa passa per la testa di chi oltre insultare il più grande campione, si accampa il diritto di criticare i suoi ammiratori: quello che scrivono, quello che pensano, le emozioni che provano, ma davvero sono convinti che dobbiamo giustifikare o darne conto?? Ma chi se ne frega se voi odiate Rossi, fatelo pure se vi rende felici il fegato è vostro!

segnala un abuso

ericdraven - 15/09/13

Notte stilix,sogna il tuo prode eroe che vince facile come ai bei tempi(2001-2005) in cui giocava al gatto col topo faceva finta bagarre e all'ultimo giro sorpassava l'avversario di turno su privata e faceva il record lap a gomme finite(si,quelle degli altri!).

segnala un abuso

ericdraven - 14/09/13

No guarda hai dato ampia prova di essere un rossista coi paraocchi.
Hai parlato di VECCHIAIA di BURGESS ANTIQUATO e hai sparato le tue teorie strampalate.Per non parlare degli anni in ducati in cui le scuse che trovi adesso erano elevate alla n.
Quanto alle dosi,rinnovati.Fai sempre la stessa battuta.
Rossi con un compagno di squadra forte è sempre dietro.Questi sono i fatti.Se n'è andato da Yamaha per quello.Parole sue.Legnate e SCUSE!

segnala un abuso

ericdraven - 14/09/13

Nessuna!Infatti sono gli unici 2 titoli in MotoGP del 46!Certo se proprio volessimo spaccare il capello in 4 bisognerebbe dire che Stoner guidava una moto non certo facile(Rossi lo ha ampiamente dimostrato!) e che Lorenzo si è rifatto l'anno dopo.Sei venuto a conoscenza del fatto che Rossi soffriva Lorenzo nel box?Ti hanno avvisato?Hai capito xchè la Yamaha gli preferì Lorenzo?Se si sei a buon punto.Ora non ti resta che capire xchè il 99 lo legna ad ogni gara.Dritta:c'entra con la velocità!

segnala un abuso