Moto3: Luca Marini soccorre un avversario in pista

Bel gesto del fratellino di Vale Rossi durante la prima prova del campionato spagnolo

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Luca Marini, foto twitter

Scegliersi come sport il motociclismo ed essere fratello di Valentino Rossi può risultare un cruccio per ingombro e raffronti. Stavolta Luca Marini, quattordicenne fratello di Rossi per l'appunto, merita invece una lode che è semplicemente tutta sua per essersi reso protagonista di un piccolo ma significativo gesto di altruismo. Durante la gara della Moto3 del CEV (Il campionato spagnolo di velocità) ieri ad Jerez, Luca è rimasto coinvolto in una caduta a tre con l’altro italiano Nicolò Bulega e con l’inglese Wayne Ryan mentre battagliavano nel gruppo dietro.

Marini, che non aveva né danni fisici né tantomeno alla moto, stava affrettandosi a ripartire per rientrare in gara, quando ha notato che il giovane Ryan era rimasto incastrato sotto il proprio mezzo e chiedeva aiuto. Marini ha dimenticato la gara, ha immediatamente mollato la propria moto e si è precipitato in soccorso dell’avversario liberandolo. Ryan che aveva la gamba imprigionata vicino al tubo di scarico ha riportato una brutta ustione. Ma poteva anche andargli peggio. Non si tratta qui di scomodare l’eroismo e Marini non è il primo pilota a fare il proprio dovere andando in soccorso di un compagno, ma non è nemmeno così scontato che possa accadere. Anzi. Luca Marini – lo conosciamo da tanto tempo – è un bravissimo ragazzo e come tale si è comportato, confezionando un piccola pagina di sport che rimane preziosissima perché ci ricorda come può essere bello il motociclismo e in gamba chi lo pratica. 

Moto3: Luca Marini soccorre un avversario in pista

Poi il giovane Wayne Ryan ha postato sul proprio profilo twitter la foto del piede ferito e ha ringraziato Luca Marini.

TAGS:
Luca Marini
Valentino Rossi

I VOSTRI COMMENTI

Marco Delfino - 10/04/14

Vabbè, Eroe no, ma altruista sì, eh.

segnala un abuso

-roby- - 09/04/14

Bel gesto istintivo,senza tanto pensarci su
Che ferita, sembra il piede di Arnold Schwarzenegger in Terminator.......

segnala un abuso

Devastoner - 09/04/14

un eroe

segnala un abuso

ilvolpino - 08/04/14

ma che diavolo non indossava gli stivali? sembra che stava gareggiando con le ciabatte!!!!!!!
cmq bel gesto,e poi il fratello di.........uffa!!!!!!!!

segnala un abuso

ForEver46 - 08/04/14

io toglierei proprio la sottolineatura sul fatto che è il fratello di, ormai credo lo conoscano tutti, e questo piccolo gesto meriterebbe piu spazio.
è uno sport molto rischioso, è un po un terno all'otto con la morte, purtroppo con il passare degli anni e il dilagare del "business" intorno ad esso è un po cambiato, si è perso un po lo spirito anni 70-80.
pero mi fa piacere constatare che alcuni ideali spontanei sono ancora vivi e presenti...
questo è sport

segnala un abuso

danyam65 - 08/04/14

Capita che qualcuno ci ricordi cosa è lo spirito sportivo. Bravo Luca

segnala un abuso

stilix - 07/04/14

Credo che Luca Marini si sia meritato il tito in questo articolo, non per il fatto di essere il fratello di Vale, ma perchè il suo gesto è stato indubbiamente nobile e credo che riabiliti una parte di questo sport che, non per colpa dei piloti, non sembra più molto "limpido".

segnala un abuso

torakiki il giustiziere - 07/04/14

ho avuto il piacere di conoscere luca marini lo scorso anno a misano quando era una wild card....un ragazzo molto serio e timido, sempre molto concentrato sul lavoro da farsi....gli auguro un grande futuro nelle moto...

segnala un abuso

delcarlo1967 - 07/04/14

GRANDE MERITO A LUCA CHE ANCHE PER LA SUA GIOVANE ETA',RENDE PIU' NOBILE IL SUO GESTO..............E' TUTTO UN ALTRO SPORT QUESTO DA VERI SPORTIVI

segnala un abuso