La Yamaha "umilia" Rossi: quanto serve andare avanti così?

Il disastro nelle qualifiche di Aragon potrebbe far passare la voglia a Valentino

di LUCA BUDEL
La Yamaha "umilia" Rossi: quanto serve andare avanti così?

Per trovarlo così indietro occorre fare un salto nel passato. 2006 l’anno. Diciottesimo tempo, sesta fila. Una sentenza impietosa quella di Aragon per Valentino Rossi, qualcosa che il monumento di questo sport non merita. Colpa di una moto, la Yamaha, che attraversa una crisi tecnica senza precedenti, crisi che sta travolgendo tutti i suoi piloti, non solo Rossi quindi. Ma a differenza dei suoi compagni di marca Valentino ha quasi quarant’anni e nulla da dimostrare al mondo. Semmai la decisione di spostare un po’ più in là i titoli di coda di una carriera leggendaria ha il senso di una sfida con se stesso. Le ultime gare fanno emergere un grosso punto interrogativo, quanto davvero vale la pena andare avanti in queste condizioni? Sulla pista di Aragon Rossi ha cercato una strada per dare un minimo di smalto alla moto. È arrivata una caduta e i tempi paradossalmente si sono alzati. Segnali pessimi che possono incidere anche sulla voglia di divertirsi ancora di questo eterno ragazzo. Ma divertirsi significa confrontarsi con i fenomeni delle nuove generazioni, non lottare in fondo al gruppo come una presenza invisibile. Questo no, Rossi non lo merita.

TAGS:
MotoGP
Rossi
Aragon
Yamaha

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X