SportMediaset

Cerca

Stoner alla Honda, Ducati su Rossi

Al Mugello la risposta di Valentino

  • Invia ad un amico
  • OkNotizie
  • Stampa
  • A A A

Valentino Rossi

di Giorgio Terruzzi

La mossa è precoce, clamorosa. Casey Stoner ha già firmato un contratto che lo lega alla Honda a partire dal prossimo anno. Il suo matrimonio con Ducati finisce al termine del Mondiale 2010. Abbiamo dato conto in questi mesi delle intenzioni della casa giapponese e in particolare di Livio Suppo, passato proprio dalla Ducati alla Honda nel ruolo di responsabile marketing, dopo aver vissuto a stretto contatto con Stoner l'avventura in rosso.

Proprio Suppo ha portato avanti la pratica, siglata da Stoner tra il Qatar e Jerez. L'australiano non ha mai digerito la decisione di contattare Lorenzo la scorsa estate nei giorni della sua malattia con fuga in Australia e la Honda cercava da tempo una alternativa di livello al rapporto ormai logoro con Dani Pedrosa. Il quale non a caso proprio ora manifesta qualche allergia palese nei confronti della casa giapponese.

La fine del rapporto con Stoner, intuita da tempo a Borgo Panigale, ha innescato una contromossa forte. La Ducati ha infatti consegnato da qualche settimana una proposta a Valentino Rossi. La casa italiana offre a Valentino un contratto di due anni, una serie di garanzie non solo tecniche ma anche filosofiche, elementi sempre delicati nei rapporti con Rossi, un pilota e soprattutto una persona che vuole mantenere i propri metodi e le proprie abitudini sul luogo di lavoro. Rossi dovrebbe dare una risposta ai primi di giugno, in occasione della corsa al Mugello. Entro questa data dovranno essere discussi i dettagli di una progetto che per la Ducati ha priorità assoluta. Un progetto molto concreto e, forse, per la prima volta, convincente. Intanto Rossi verificherà, si presume, il fronte Yamaha, anche considerando che il suo principale interlocutore in questi anni, Masao Furusawa, andrà in pensione a fine anno. Il mercato della MotoGP, insomma, potrebbe chiudersi in poche settimane. Stoner guiderà una Honda. Se Rossi dovesse dire sì a Ducati, Lorenzo resterebbe alla Yamaha. Rimarrebbe da collocare il solo Pedrosa che rischia di risultare il più penalizzato da questo autentico terremoto.

I VOSTRI COMMENTI

francesco-gp - 20/05/10

qui cadono tutte le teorie secondo cui vale vinca solo grazie a burgers alle gomme personalizzate...

è proprio questo il bello di valentino che non è il più veloce nel giro secco o nel passo ma è un animale da gara, nello scontro corpo a corpo da il meglio di se

segnala un abuso

francesco-gp - 20/05/10

Però che sorpassi ci fa il nostro valentino

su stoner e lorenzo, nella LAGUNA e al MONTMELò

non sono solo i sorpassi in se ma tutta l'atmosfera e l'adrenalina che ci girava intorno un sacco di giri tirati al limite, e poi coronati dalla vittoria della gara

guardandoli e ri-guardandoli su youtube non so quale sia il migliore

secondo voi?

segnala un abuso

Federico075 - 20/05/10

..e poi sinceramente in vita mia non ho mai visto un pilota che taglia la chicane piegando sia a destra che a sinistra..Guarda Stiducati,quello la' e' stato considerato il sorpasso del 2008,il paragone con la retta piu' corta della circonferenza che sostiene non regge..riguardati i video dei tagli veri e ne riparliamo (vedi Zanardi proprio li')

segnala un abuso

Federico075 - 20/05/10

....in parole povere credo che il taglio e il guadagno di posizione avviene quando un pilota accorcia i metri..tu dici che hai rivisto il video ma secondo me guardi solo il finale,cioe' il cordolo interno..e poi,anche se ammetto che quella e' stata una diretta conseguenza,era gia' davanti,e tu la percorrenza in alto piu' larga non la guardi,ecco perche' non ti tornano i conti..

segnala un abuso

Federico075 - 20/05/10

@Stiducatti...Una retta che sostiene un arco di circonferenza e' vero che non puo' ritenersi piu' lunga della circonferenza stessa,ma l'esempio non mi pare appropriato,perche' in moto se il nastro d'asfalto e' largo 8 metri,esso e' percorribile per intero,e se il 46 e' andato dritto per dritto come dici tu,il cordolo giu al cavatappi non doveva essere neanche interno come e' stato,cioe' dopo la piega a sinistra in alto non avrebbe dovuto esserci la piega a dx interna..

segnala un abuso

lucapet46 - 19/05/10

il mito80
...Mi spiace, ma quello di rossi è stato un atto di prepotenza bello e buono. E andava punito. E forse a parti invertite sarebbe successo

in sbk ne ho viste di peggio non punite..quindi smentito
lorenzo la gara scorsa x entrare di forza fece andare alrgo pedrosa,qualcuno è stato sanzionato?

segnala un abuso

lucapet46 - 19/05/10

il mito 1980
e lui entrò visibilmente in dietro buttandolo a lato

scusa parlando tra sportivi lasciando da parte l'odio l'amore e tutto quanto
secondo te rossi ha fatto apposta a muovere il codone..oppure il codone si è messo dopo che ha toccato terra?no xkè da come dici tu sembra che rossi ha mosso il codone apposta

segnala un abuso