Tifoso di Giornata - In curva con Kolinda

Inghilterra o Croazia? Tutto sommato, bene entrambe: ma la super-presidente "ultra" è troppo coinvolgente per non stare con gli slavi

di di ANDREA SARONNI (@andysaro)
Tifoso di Giornata - In curva con Kolinda

Ė il giorno di Croazia-Inghilterra, seconda semifinale, terzultima partita (sospiro). Qui, personalmente, cado in piedi. Spero nei croati, ma non sarei in lutto in caso di vittoria degli inglesi, corretti e finalmente competitivi al massimo in campo e anche – finora – irreprensibili fuori: il lavoro di “prevenzione" (ehm), di controllo e di dissuasione dalle pirlaggini violente operato delle forze putiniane deve essere stato convincente. Sarebbe bello, per tante ragioni molto calciofile, rivedere i Tre Leoni in finale. Ma a questo giro scelgo ancora la Croazia anche perché c'è un idolo in più, una che è già una campionessa del mondo: si chiama Kolinda Grabar-Kitarovic, ha 50 anni ed è di Fiume, è sposata a un manager che lavora nel settore automobilistico e ha due figli. È bionda, decisamente “curvy", ha un bel sorriso. In Croazia, Kolinda fa il Capo di Stato, il Presidente, è la loro Mattarella.

In Russia, invece, Kolinda fa la capo-ultrà, anche se dal versante comodo della tribuna autorità. Era già arrivata per gli ottavi contro la Danimarca: a spese sue, raccontano, volo di linea, hotel, taxi, Poi vabbé, ci sarebbero otto uomini di scorta a spese dello Stato, ma sorvoliamo. Nei quarti, contro i padroni di casa, la Presidente ha letteralmente rubato la scena: vestita con la maglietta-scacchiera della Croazia sotto sgargiante abito in tinta (rosso), è balzata in piedi a ogni gol croato unendosi talvolta – relazionano testimoni – anche ai canti della sua gente sulle tribune. Il tutto di fronte all’esterrefatto, gelido premier russo Medvedev e a un più compiaciuto Gianni Infantino. Il nostro grande Presidente Sandro Pertini, rivedendosi, si sarà fatto una gran risata: e a qualificazione ottenuta, Lady Kolinda si è precipitata negli spogliatoi, dove si è complimentata con i suoi smutandati prodi e con mister Dalic.

Una di noi, ragazzi. E va da sé che questa simpatica e affascinante curvaiola delle istituzioni sarà presentissima, in prima fila nel giorno che potrebbe consegnare al Paese un evento storico, che supererebbe i meri confini sportivi. Non si sa ancora chi vestirà i panni di avversario istituzionale, sul fronte inglese: Theresa May ha qualche grana più impellente da sbrigare (vedi alle voci Brexit e possibile crisi di governo) e anche al netto di queste, i rapporti con Putin sono ai minimi termini dopo il caso dell’avvelenamento al gas nervino dell'ex spia russa in casa degli inglesi e il pesante scambio di accuse che ne è seguito. Latitanti anche i principi Windsor, invitati a starsene alla larga, magari finisce che la principale carica istituzionale inglese presente allo stadio sia Sir Mick Jagger, pizzicato dalle telecamere anche durante Francia- Belgio e sicuramente pronto a sgolarsi – è la sua specialità – per la sua bandiera.

Tra l'altro, non ha la fama di portare particolare fortuna ai Bianchi e più di un connazionale lo preferirebbe su qualche palco. Però, per allenarsi a una sfida finale con Macron – presentatosi all'incasso ieri sera – può andare benissimo a Kolinda Grabar, faccia bella di un Paese ancora giovane, che in poco più di 25 anni ha già messo ai vertici una donna e se si tratta di fare sport, eccoli qui, a giocarsi un campionato del mondo di calcio: ricordando come fosse ieri il Presidente Pertini scatenato sulle scalee del Bernabeu tifare per lei e per la Croazia verrà spontaneo. Ah, e oggi è pure l'11 luglio, guarda il caso. Non è ancora la finale, ma è come se lo fosse. Tira fuori la maglia a scacchi e salta con noi, Kolinda Grabar, qualcosa mi dice che sarebbe la copertina del Mondiale: la Presidente 100% “curvy", perché anche il cuore, è da curva.

TAGS:
Tifoso di giornata saronni uruguay

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X