Stampa argentina: è divorzio tra l'Albiceleste e Sampaoli

Il ct, considerato il principale colpevole del flop mondiale, riceverà una buonuscita di 2 milioni di dollari

Stampa argentina: è divorzio tra l'Albiceleste e Sampaoli

Manca solo l'ufficialità ma è finita l'avventura di Jorge Sampaoli sulla panchina dell'Argentina dopo il flop mondiale. Lo riferiscono i media argentini. L'AFA (la Federcalcio argentina) ha deciso per la risoluzione del contratto, valido fino ai Mondiali 2022, accordandosi con i suoi legali. Sampaoli riceverà una buonuscita 2 milioni di dollari (rispetto agli 8,6 pattuiti dal contratto in essere in caso di esonero prima della Coppa America 2019).

Secondo quanto riferisce il 'Clarin' l'annuncio del divorzio tra Sampaoli e l'Argentina potrebbe arrivare già all'inizio della prossima settimana. Sampaoli - scrive il quotidiano argentino - ha capito che ormai per lui non c'era pià spazio, con i vertici dell'AFA rappresentati da Claudio Tapia e Daniel Angelici che ormai gli hanno voltato le spalle. Sampaoli, considerato il principale colpevole della figuraccia dell'Argentina al Mondiale per le sue scelte di formazione e le esclusioni eccellenti, si era salvato subito dopo la sconfitta contro la Francia e l'eliminazione agli ottavi proprio per motivi economici, con la Federazione che avrebbe dovuto pagare l'intera clausola di uscita anticipata. Ora l'accordo tra le parti e l'Argentina pronta a ricominciare dopo il disastro. Il sogno della'AFA si chiama Pep Guardiola.

TAGS:
Mondiali
Argentina
Sampaoli

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X