Mondiali 2018, Perisic quando vuole può essere decisivo. Che bella la finale con la Francia

Belgio-Inghilterra, la finalina delle deluse. Un'occasione così potrebbe non capitarvi mai più

di ALDO SERENA (@Aldito11)
Mondiali 2018, Perisic quando vuole può essere decisivo. Che bella la finale con la Francia

Chi mai avrebbe pensato a fine primo tempo di Inghilterra-Croazia che gli uomini di Zlatko Dalic avrebbero sfidato la Francia in finale? Io sicuramente no. Quella della Croazia nel secondo tempo è stata una prova di forza importante. Una grande reazione con Perisic: abulico e svogliato nella prima parte (come capita anche in maglia nerazzurra), ha poi schiacciato l’interruttore “IN ON” e la partita è cambiata. È un giocatore determinante quando vuole esserlo. Perisic ha dato avvio a tutte le azioni pericolose della sua squadra dalla ripresa in poi.

Gli “italiani” Mandzukic, Perisic, Brozovic
sono stati decisivi più dei mostri sacri Modric e Rakitic. La Croazia ha dimostrato di essere una squadra esperta che sa soffrire, interpretare anche i momenti difficili senza scomporsi più di tanto ed attendendo sempre con un ottimo equilibrio. In finale ci sono due squadre che fanno del bilanciamento, della copertura degli spazi difensivi la loro prerogativa. È con il lavoro qualitativo degli esterni, anche se con caratteristiche diverse Mbappé-Perisic o Rebic-Griezmann, che spesso scardinano le difese avversarie. Il giorno in meno di riposo per la Croazia e le tre ultime gare finite ai supplementari daranno un vantaggio di energie e freschezza ai francesi. Strinic probabilmente non ci sarà e vista la sua prova contro l’Inghilterra forse è anche un bene. Pivaric dovrà essere aiutato con un raddoppio costante su Mbappé che opera in quella zona. La Francia, invece, potrebbe scegliere di non accelerare, non forzare i ritmi, attendere con il passare dei minuti l’esaurirsi delle energie croate. Interessante sfida fra esperti marpioni e giovani esuberanti.

La finalina vede due vere deluse che avevano creduto concretamente di vincere il mondiale. Quando mai potrà capitare in futuro che in semifinale non giungano assieme Brasile, Argentina, Spagna, Italia e Germania? La consapevolezza che questa poteva essere l’occasione giusta li accompagnerà per sempre. Svincolata da particolari obblighi e preoccupazioni potrebbe uscirne una partita divertente, con una volontà a superarsi senza particolari attenzioni difensive. I due bomber, Kane 6 gol e Lukaku 4 gol, che non hanno dato segni di vita nelle semifinali sono chiamati a congedarsi in maniera opportuna da questo mondiale. Il titolo di capocannoniere è un fregio che darà onore per sempre, anche se le difese di Panama e Tunisia saranno quelle che ne hanno maggiormente contribuito. Ma chi se lo ricorderà più.

TAGS:
Mondiali
Russia 2018 Aldo Serena
Serenata russa

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X